x

lestradedelvino.com!
Il portale sul mondo del vino in Sardegna

Lestradedelvino.com è un portale tematico sul mondo dell'enogastronomia in Sardegna, punto di riferimento per appassionati, addetti del settore o semplici curiosi.
Lestradedelvino.com nasce dalla voglia di far conoscere e valorizzare il vino Sardo, le sue origini e la sua storia, divulgare quelle realtà che riescono a creare vini di assoluta eccellenza, ma rimangono poco conosciute o confinate all'interno dell'isola...

dettagli

Le Strade del Vino.com
La forza di una pubblicità mirata

Perchè scegliere Le Strade del Vino.com come mezzo per far conoscere la propria azienda o evento?

Vi offriamo strumenti e consulenza aggiuntiva per tutte le forme di comunicazione e di ottimizzazione della vostra presenza in rete, per un servizio "tutto compreso". Scegliere lestradedelvino.com significa scegliere di promuoversi verso un target preciso: quello del vino, del cibo e del turismo enogastronomico. Creiamo traffico selezionato, vi diamo la possibilità di sfruttarlo a vostro vantaggio, veicolando il vostro marchio, prodotto, evento o servizio attraverso campagne pubblicitarie mirate.

Contattaci senza impegno per ricevere un preventivo

dettagli

In Primo Piano

27 Luglio 2015

Vini Buoni d’Italia 2016. Tutte le Corone per la Sardegna

Sono 19 le Corone per le cantine Sarde

È già stagione di guide, come consuetudine si parte con Vini Buoni d’Italia la guida curata da Mario Busso e Luigi Cremona. 25 Commissioni, orchestrate da 25 coordinatori regionali hanno esaminato oltre 25 mila vini provenienti da circa 7000 cantine. Di seguito tutte le Corone per la Sardegna.  

Advertising

Il business generato dalle contraffazioni è in preoccupante aumento a causa della crisi economica che costringe i consumatori ad acquistare prodotti a prezzi inferiori. I sondaggi però ci dicono che il 71% degli italiani teme le contraffazioni a tavola a causa di potenziali effetti nocivi sulla salute. Dal 2007 al 2013 si parla di un incremento del 248% sul valore di cibi e bevande sequestrate perché adulterati, contraffatti o falsificati. Il 2014 si è distinto per aver raggiunto un valore pari a 441 milioni di Euro. E’ recente la provocazione di Coldiretti, fatta nel proprio padiglione a Expo, che ha messo in mostra prodotti stranieri che furbescamente imitano il Made in Italy.

L'estate rinnova il suo appuntamento con lo Jerzu Wine Music Festival e Calici di stelle. Una rassegna di musica, arte e cultura e degustazioni enogastronomiche. Un brindisi in buona compagnia in una lunga notte di stelle accompagnati dalle note musicali di tanti giovani artisti. 

PROGRAMMA

02 ago 2015
BLU:ZTEP //Alternative Blues Rock

Il primo Agosto a Domusnovas nella splendida cornice del parco Scarzella, immersi nel verde, tra bellissime palme, andrà in scena una grande festa dove le birre artigianali e di qualità saranno assolute protagoniste. L’evento organizzato dalla Pro Loco Domusnovas vedrà la partecipazione di otto birrifici sardi: P3 Brewing Company, Marduk Brewery, Birra Terrantiga, Birrificio 4mori, Brew Bay Beer, Birrificio Artigianale Horo e Birra Scialandrone e avrà come ospite il Birrificio Vale la Pena di Roma, gestito dalla “Onlus Semi di Libertà” dove i detenuti, provenienti dal Carcere di Rebibbia, vengono formati alla professione di Tecnico Birraio ed avviati all’inclusione professionale nella filiera della birra. Non mancheranno le birre acide alla spina e senza glutine con la partecipazione della Birroteca Fermentazioni Spontanee di Iglesias e la divulgazione della cultura birraia con la dimostrazione di una cotta casalinga a cura dall’Associazione Fermento Sardo.

Nel sito Unesco “Su Nuraxi” di Barumini, si svolgerà l’evento “Gustando in Sardegna”, che rientra tra gli appuntamenti del MIBACT nell’ambito di Expo e Territori.

Una due giorni di degustazioni, laboratori e spettacoli per la valorizzazione delle produzioni tipiche, di eccellenza e della cultura enogastronomica isolana, con il coinvolgimento degli studenti degli istituti di Agraria di Elmas e Alberghiero di Cagliari e Pula, con l’obiettivo di far raccontare dagli stessi ragazzi le eccellenze del territorio, così da rinsaldare un legame virtuoso “scuola-contesto ambientale” quale requisito fondamentale di ogni percorso formativo.

Cibo e Bellezza. Coltivare la bellezza.
Appetitosamente 2015 va alla ricerca della bellezza, ovvero del suo incanto, dell'armonia con tutto il vivente, dell’unione di etica ed estetica, dell’insieme di qualità e sensazioni piacevoli, percepite attraverso i 5 sensi. Il cibo racchiude in se l’equilibrio tra bello e buono (in molte civiltà bello è sinonimo di buono), il profondo contatto fra esteriore e interiore. Attraverso l’atto del mangiare ci uniamo fisicamente alla bellezza del mondo. Bellezza si trova nei paesaggi agrari, nella fronte sudata dei contadini, negli ulivi secolari, nei campi coltivati, negli animali al pascolo, nelle vigne lavorate, nei frutti degli orti. Bellezza sta nel latte che diventa formaggio, nella lenta lievitazione del pane, nel miracolo del mosto che si trasforma in vino. Bellezza è nel profumo del cibo, nel suo sapore. In un piatto preparato con amore, con arte.

Nuovo produttore inserito nel catalogo del portale, si tratta dell'Azienda Vitivinicola di Enrico Melis di Barrali nata nel 2010 dall'imprenditore Enrico Melis. Tre sono i vini inseriti, un I.G.T. Isola dei Nuraghi da uve Syrah e Merlot: Baccu, un Cannonau di Sardegna D.O.C.: Bagamundu e infine un Vermentino di Sardegna D.O.C.: Candido. Per tutte le informazioni sulla cantina e sui prodotti cliccare sul link relativo alla scheda. Vini Baccu.

Nato nel 2013 il Consorzio San Michele di Berchidda è il nuovo produttore inserito nel portale, produce due Vermentino di Gallura DOCG, Invidia Gallura e Sinfonia Gallura, quest'ultimo è stato anche il vino ufficiale del Time in Jazz 2014, uno degli appuntamenti più apprezzati nel panorama nazionale della musica dal vivo. Per maggiori informazioni cliccare sul seguente link. Scheda cantina Consorzio San Michele.

Quarta settimana di luglio, la stagione vinicola è abbastanza avanzata da permetterci le prime valutazioni sull’annata 2015. Scuderia Italia ha intervistato alcuni produttori orientati all’alta qualità di tre delle più rinomate zone vinicole d’Italia: Barolo, Montalcino e Valpolicella.

PIEMONTE
Barolo. “L’annata sta andando benissimo, ci sono grandi potenzialità” spiega l’agronomo Alberto Gagliardo dalle Langhe. Si occupa dei vigneti dell’azienda di famiglia che si trovano a cavallo del fiume Tanaro. Zone Barolo e Roero. L’azienda di cui stiamo parlando è la Gianni Gagliardo, di proprietà del padre di Alberto, personalità illustre della zona, presidente dell’Accademia del Barolo e del consorzio Made in Piedmont. “È ancora presto per fare delle previsioni definitive, il rischio meteo c’è sempre e gli ultimi due mesi sono decisivi – prosegue – ma finora le condizioni sono state ottimali. Abbiamo avuto un inverno e una primavera abbastanza piovosi, giugno e luglio sono stati molto caldi”: grazie a calore e scarsa umidità i grappoli sono cresciuti senza problemi fitosanitari, le viti stanno accumulando energia che si ritroverà al momento della vendemmia.

Secondo lo studio condotto dall'Università Sapienza di Roma e pubblicato su "Nutrition & Diabetes", l'olio l'extravergine d'oliva sarebbe un farmaco naturale contro il diabete.
Dalla ricerca risulterebbe che l’EVO si comporterebbe come un antibiotico orale, avendo un meccanismo simile ai farmaci di nuova generazione “le incretine” utilizzati per ridurre il livello di glicemia nel sangue. L’assunzione di olio extra vergine d’oliva viene associato all’aumento nel sangue delle incretine.

Il vero artista si dice sia il vignaiolo, ma di recente si stanno affermando diversi pittori che con il vino si cimentano su tela, sia in Italia che all’estero. Diverse sperimentazioni hanno portato ad affinare le tecniche di pittura utilizzando il vino al posto dei colori tradizionali per paesaggi e ritratti.
Grazie ai pigmenti dei vini che si fissano grazie all’ossidazione di tannini e antociani che si asciugano sulla carta. I vasetti dei colori sono una “variopinta cantina” per l’artista, ognuno con un colore diverso, risultato di una ricerca capillare tra le etichette di tutt’Italia. Pensiamo al Lambrusco, che offre un rosso vivo e acceso, per poi passare per l’Amarone, l’Aglianico e il Barolo.

L’Italia dice no agli OGM, confermato con un decreto interministeriale firmato dal ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti e il ministro della Salute Beatrice Lorenzin il bando al mais MON810 della Monsanto Company. Di fatto dal punto di vista pratico il provvedimento cambia poco, il decreto proroga per altri 18 mesi il precedente divieto emanato il 12 luglio del 2013. La decisione anticipa il recepimento in Italia della nuova Direttiva in materia di OGM che sancisce il diritto degli Stati Membri di limitare o proibire la coltivazione di Organismi Geneticamente Modificati sul territorio nazionale. La procedura verrà semplificata e ad ogni Stato Membro verrà riconosciuto il diritto all’autodeterminazione del modo di produrre il cibo.

Ricerca

Cerca Cancella

Iscriviti alla nostra Newsletter

* Dichiaro di aver letto ed accettato le norme a tutela della privacy ai sensi del D.lgs n°196/03 del 30/06/2003 Privacy Policy

degustazione is cherchis sabadi

Bere un buon Carignano lontano dal Sulcis?...

di Mario Josto D'Ascanio

Anno: 2013

Gradazione: 14,5% Vol

Denominazione: Isola dei Nuraghi I.G.T.

Per voi abbiamo degustato Sabadi di Maurizio Cherchi. Siamo a Castiadas, dove a qualche chilometro dalla costa si trovano cantina e vigneti. Il terreno sabbioso...
Vai all'archivio

Sondaggio

Il vino in tempo di crisi, quali soluzioni per stimolare il consumo di vino nei ristoranti?

Aperto Sabato 4 Febbraio 2012

lestradedelvino.com è anche su:

© 2014 Stefano Serci - P.IVA 03436280923 - Tutti i diritti riservati.

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.