Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

8 Ottobre 2012

Eressia” Cannonau 2010, eletto miglior vino rosato dell'isola da “I vini d'Italia 2013” de l'Espresso.

E' "Eressia" 2010 di Giuseppe Sedilesu il Re dei rosati in Sardegna

In distribuzione da 24h, la prestigiosa guida dell'Espresso “I Vini d'Italia 2013”, consacra “Eressia 2010”, Cannonau rosato della Cantina “Giuseppe Sedilesu”, miglior rosato della Sardegna con un più che ragguardevole 1720 e lo inserisce tra le prime 10 etichette nella specifica classifica “ I migliori acquisti della Ragione”.
“Eressia”2010, è un rosato ottenuto dai vigneti giovani, 15 anni, di Cannonau in purezza, che la Cantina Sedilesu possiede alle porte di Mamoiada, il paese della Barbagia capitale del Cannonau.
Di colore ciliegia, “Eressia “ è un rosato originale e di grande carattere varietale, morbido al palato e di grande sapidità, dodici mesi di maturazione in piccole barriques completano l'ottima struttura di questo vino. Indicato con formaggi freschi e primi piatti poveri di condimento, particolarmente adeguato con ricette che prevedono pesci dalle carni rosse e di buona consistenza, cosi come trova un giusto connubio con la pizza, abbinamento quest'ultimo di grande tendenza tra i “wine lovers”.
Assolutamente casuale ma sicuramente di buon auspicio, la raccolta delle uve destinate alla produzione di “Eressia 2012”, è terminata proprio il giorno in cui è iniziata la distribuzione dell'autorevole guida.
“I Vini d'Italia”, non ha mancato di segnalare altri 3 grandi vini della Cantina, “Carnevale” 2008, uve Cannonau, al quale ha assegnato 16,520, “Perda Pintà” 2008, bianco di grande struttura prodotto con uve Granazza di Mamoiada 14,520 e “Grassia”, Cannonau in purezza, che ha ottenuto un ottimo 16,520 ed 'è stato inserito insieme a “Carnevale” 2008 tra i primi cinque Cannonau della Sardegna nella speciale classifica. Tra le annate da ricordare “S'Annada” 2008 al quale la guida ha assegnato un importante 1920.
<< Non possiamo che essere soddisfatti. Essere inseriti in una delle guide più autorevoli è già un premio in sé, vincere nella classifica dei rosati ha per noi una valenza doppia, considerando che “Eressia 2010” è nato come un test >> dice Francesco Sedilesu << solo dopo ha dimostrato di essere un ottimo e apprezzato prodotto, il mercato ha risposto oltre le previsioni e il primato nella classifica de “ I Vini d'Italia 2013”, suggella i buoni risultati ottenuti dal nuovo arrivato >> chiude il vigneron di Mamoiada.

“L'Azienda Vitivinicola Giuseppe Sedilesu”:
L’azienda a base familiare con Giuseppe e Grazia, oggi ultra settantenni, i loro tre figli Antonietta sposata con Emilio, Francesco con Rosa e Salvatore con Mariella e le rispettive famiglie, 13 figli in tutto che seguono l’azienda, è nata 35 anni fa con l’acquisto del primo ettaro di vigneto e per anni ha prodotto solo vino sfuso che vendeva nei paesi vicini fino al 2000.
Dall'inizio del secondo millennio, con il passaggio dell’attività alla seconda generazione, si pensò di imbottigliare il Cannonau raccolto nei vitigni di proprietà, che nel frattempo aumentavano per estensione, per vedere se quei profumi, il gusto e quelle emozioni, che facevano e tuttora fanno parte della famiglia, incarnati fin dall’infanzia, potevano essere trasmessi e apprezzati attraverso un prodotto dedicato alla fascia di mercato di alta qualità.
Oggi l'azienda occupa un seggio nel consiglio di amministrazione del “Consorzio di Tutela del DOC Cannonau di Sardegna” e della “Strada del vino Cannonau”che avvia ora i primi passi. In soli dodici anni ha raddoppiato la base produttiva, costruito la nuova cantina e avviato, con risultati oltre le aspettative, l’attività agrituristica e enoturistica.
La cantina è posta dentro l’abitato di Mamoiada ed è costruita ex novo su progetto della proprietà, adattato nei minimi particolari alla filosofia produttiva che contraddistingue l'azienda. I materiali costruttivi sono certificati come edilizia biologica: cemento cellulare, pietra, legno. E’ dotata di impianto foto-voltaico calcolato per produrre nel rispetto dell’ambiente, tutta l’energia necessaria all'attività produttiva. Anche l’estetica, con una vela in pietra che richiama gli antichi nuraghi e domina la faccia fronte strada, è legata al territorio circostante. Al piano terra, la vinificazione e l'imbottigliamento, nel piano interrato la bottaia e l'affinamento in bottiglia. Nello stesso stabile, al primo piano, anche gli spazi dedicati principalmente all'attività agrituristica, cosi come alla degustazione dei prodotti tipici della zona.
Le altre etichette dell'azienda sono : Mamunthone, S'annada, Grassia ( RossoCannonau) – Perda Pintà (BiancoGranazza) – Abbardente Mamunthone (Grappa Bianca, Ambrata).

Informazioni, schede dei prodotti, enoturismo e contatti:
+39 078456791 www.giuseppesedilesu.com

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.