8 Marzo 2012

Scambia ortaggi, frutti, semi, terreno con gli altri utenti del network e organizza le tue coltivazioni con altri amici!

Grow the Planet, il social network dedicato ai coltivatori del futuro

In tempi di crisi, si sa, sono sempre i più deboli a fare fatica, ma nell'era dei social network quello che siamo abituati a fare per gioco su facebook, in cui siamo tutti contadini, potrebbe essere una soluzione per risparmiare soldi e migliorare la qualità dei prodotti che portiamo quotidianamente in tavola.

Stiamo parlando di Grow the Planet, una piattaforma a cui si può accedere semplicemente tramite il proprio account Facebook e pianificare, sviluppare e infine barattare le proprie produzioni agricole.
Quante volte, soprattutto in Sardegna, abbiamo terreni inutilizzati o produzioni che non possiamo vendere a causa dei prezzi troppo bassi imposti dal sistema dell'agricoltura d'oggi?
Bene, il baratto consente invece di organizzarsi tra produttori e hobbisti in modo semplice e diretto, scambiando i propri ortaggi con chi meglio crediamo o con chi è nelle nostre vicinanze.

Il sito si presenta organizzato per garantire anche ai neofiti dell'agricoltura o a chi ha poco spazio e tempo di progettare la propria coltura, scegliendo tra le opzioni per creare il proprio orto anche il condominio per piccole produzioni in vaso, chiedendo di riportare le dimensioni e la forma degli appezzamenti disponibili in modo da ricreare il vero terreno che abbiamo a disposizione.
Fatto ciò, la geolocalizzazione ed il meteo verranno incontro all'agricoltore del terzo millennio consigliando gli ortaggi da seminare per la determinata stagione, tutti corredati di scheda tecnica che ne descrive persino le diverse varietà.
Dopo aver inserito nel sistema quello che dovrebbe corrispondere al nostro lavoro manuale in campo, è possibile, tramite la mappa, vedere gli utenti vicini e lontani per mettersi in contatto privatamente oppure lasciando un messaggio in bacheca con la propria proposta di baratto.

Il sistema è abbastanza giovane e mancante magari delle schede tecniche e della possibilità di inserire alcuni prodotti agricoli (nel mio caso specifico non potrei barattare le bacche di mirto eccedenti perchè la frutta non è ancora presente), però l'idea è sicuramente rivoluzionaria perchè unisce alla voglia compulsiva di cliccare tutto sui social networks, la voglia di rimboccarsi le maniche e tornare all'aria aperta.
Del resto noi, in Sardegna, abbiamo tanta terra buona e un clima eccezionale e sicuramente lo sviluppo di questa tecnologia di baratto può portare a risparmiare molti soldi ogni mese, creare una generazione di agricoltori hi-tech e garantire che in tavola arrivino prodotti freschi ed a chilometri zero.

Lo slogan del sito è “It's time to grow up and make a better world”, ovvero “E' tempo di crescere e realizzare un mondo migliore” e c'è da dire che le premesse ci sono tutte.
Perciò chiudete la pagina di Farmville subito e guardate fuori, quel giardino potrebbe essere la chiave per uscire dalla crisi.

Link al sito: growtheplanet.com


La Posizione del Mio Terreno e degli Utenti in Zona.




Progettazione di un piccolo Orto

 

L'orto è Pronto

 

Scheda tecnica di una Melanzana (in questo caso di una Black Beauty)

Alessio Loddo
Mirto Stella Maris
indietro

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.