Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

21 Marzo 2018

Agli amanti del vino piace rosa

Tra i colori del vino vince il rosato, con un aumento dei consumi del 20,7%, registrando l'incremento maggiore rispetto ai bianchi e ai rossi DOC e DOCG, che crescono, ma più lentamente, con incrementi rispettivamente del 3,9% e del 2,1%.

Questo è quanto emerge da un'analisi di Coldiretti sui dati Ismea del 2017 relativa ai cambiamenti nei bicchieri degli italiani. Un trend sostenuto dalla diffusione di nuovi modelli di consumo come l’apericena che, secondo l'indagine Coldiretti/Ixe', coinvolge quasi sei italiani su dieci (59%).

L'aperitivo - sottolinea Coldiretti - è un rito che unisce l'Italia da nord a sud e spinge al consumo di vini freschi e bollicine, con una sempre maggiore ricerca della qualità, come dimostra il 7300 enoteche aperte in tutta la Penisola dove è possibile scegliere tra un'offerta Made in Italy di 332 vini a denominazione di origine controllata (DOC), 73 a denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) e 118 a indicazione geografica tipica (IGT) e dove spesso è anche possibile consumare direttamente un bicchiere del proprio vino preferito accompagnato da prodotti tipici.

Infatti - sottolinea Coldiretti - la cosiddetta "apericena" si concentra sempre più su una dieta italiana guidata dal successo della dieta mediterranea dove il vino è una componente fondamentale.

Consumato da 1 italiano su 2 e 39,3% di donne secondo gli ultimi dati Istat, il vino - sottolinea Coldiretti - è diventato l'emblema di uno stile di vita "slow", attento al benessere psicofisico che aiuta a stare bene con se stessi e con gli altri, ma con un consumo equilibrato che interessa la maggior parte della popolazione. Un approccio che ha portato alla proliferazione di corsi per sommelier con un numero sempre crescente di consumatori che ci tengono ad essere informati sulle caratteristiche dei vini, con un vero e proprio boom del turismo enogastronomico che - sottolinea Coldiretti - genera oggi un indotto di quasi 3 miliardi di euro all'anno con 16,1 milioni di italiani che hanno partecipato a eventi, festival esagre locali.

Ma la cultura del vino coinvolge sempre più stranieri che nel 2017 hanno acquistato 6 miliardi di euro di bottiglie con etichette italiane con un export in crescita del 7%, mentre solo lo spumante, protagonista di molti aperitivi in Italia e all'estero, ha registrato incrementi a doppia cifra, segnando un +14% in valore dell'export rispetto allo scorso anno raggiungendo il record di 1,3 miliardi di euro. Fuori dai confini nazionali - conclude Coldiretti - i consumatori più appassionati sono gli inglesi che non sembrano scoraggiati da Brexit e che nel 2017 sono il primo mercato mondiale per lo spumante italiano con il valore delle bottiglie esportate che registra un incremento del 12% ben superiore a quello degli Stati Uniti, che crescono ancora del 15% mentre in testa al podio si trova la Germania (+8%). Tra le bollicine italiane più popolari al mondo ci sono il Prosecco, l'Asti e la Franciacorta. Coldiretti.it

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto 2 Gennaio 2018

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.