Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

24 Maggio 2012

Cala il sipario su Vitignoitalia 2012, l'ottava edizione del Salone del vino e dei territori vitivinicoli

Cala il sipario su Vitignoitalia. L’ottava edizione del Salone del vino e dei territori vitivinicoli italiani conferma Castel dell’Ovo e la città di Napoli location vincenti, apprezzate dai tanti espositori nazionali e dal pubblico internazionale che nei tre giorni ha visitato la rassegna. Al via il progetto di eco-sostenibilità dell’evento che si concluderà entro il 2014.

Si è conclusa ieri la ottava edizione di Vitignoitalia, il Salone nazionale dei vini e dei territori vitivinicoli italiani, che, malgrado la crisi, conferma i numeri della scorsa edizione: circa 12mila i visitatori nei tre giorni, con un interessante incremento nella giornata di lunedì dedicata per lo più agli operatori del vino, ristoratori, enotecari, food&beverage manager di grandi hotel, sommelier.

Sono stati poco più di duecento gli espositori di questa ottava edizione, un numero lievemente in calo che tuttavia viene compensato dalla grande qualità dei nomi e con una significativa inversione di tendenza: il 65% dei produttori vitivinicoli che erano presenti a Castel dell’Ovo provengono dalle altre regioni italiane, il restante 35% dalla Campania. Un dato importante che conferma Vitignoitalia come la “passerella enologica” più interessante del Centro Sud Italia.

Nomi del calibro di Braida, La Massa, Marchesi de’ Frescobaldi, Lungarotti, Masciarelli, Castel Giocondo, Castello Banfi, Kellerei Kaltern, Tramin, Trabucchi, Umani Ronchi ed altri ancora (IN ALLEGATO ELENCO COMPLETO DEGLI ESPOSITORI 2012) hanno scommesso ancora quest’anno su Vitignoitalia e su Napoli che con il suggestivo Castel dell’Ovo si confermano location vincenti. Per la prima volta il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha visitato il Salone soffermandosi in tutte le sale e raccogliendo i complimenti entusiasti dei produttori del centro Nord. Il Sindaco è stato inoltre insignito Sommelier ad honorem dall’Ais di Napoli che gli donato il “tastevin d’argento”, emblema della prestigiosa associazione.

Non solo vetrina e wine show, Vitignoitalia anche quest’anno ha dedicato le mattine dell’evento ai work shop commerciali portando a Napoli 30 buyers provenienti da oltre 10 paesi del mondo tra cui Giappone, Stati Uniti, Bulgaria, Singapore, Germania, per favorire il wine-business attraverso la formula vincente degli incontri OneToOne che mette d’accordo domanda ed offerta ottimizzando tempi e contrattazioni.

Importante novità di questa ottava edizione di Vitignoitalia è stato l’avvio di un ambizioso progetto di “”responsabilità ambientale” in collaborazione con l’Associazione Spazio alla Responsabilità: la sala stampa, la sala contrattazioni e la sala degustazione dell’evento sono state allestite in modo del tutto innovativo: con tavoli e sedie riciclabili al 100% realizzate in cartone biodegradabile e dal design accattivante. Entro il 2014 Vitignoitalia mira ad essere il primo evento enologico eco-friendly e ad impatto ambientale prossimo allo zero.
Tante le novità che quest’anno hanno arricchito la tre giorni della kermesse a cominciare dalla copresenza delle tre associazioni di Sommelier operanti in Italia: l’Ais, la Fisar e la Scuola Europea Sommelier. Ciascuna ha organizzato e guidate le degustazioni tecniche nella Sala Degustazione di Vitignoitalia proponendo un calendario che ogni giorno ha visto lunghe liste d’attesa per partecipare alle singole sessioni. Sotto i riflettori i grandi vini presenti al Salone: dal Falerno del Massico al Sauvignon; dalla Catalanesca ai vini delle piccole isole.

Tra le degustazioni di maggior successo quella sulle “Vigne metropolitane” con la partecipazione del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e quella sui vini delle piccole isole del golfo in abbinamento al pesce del Tirreno a “Miglio zero” promossa dall’Assessorato all’Agricoltura e Pesca della Regione Campania. Tra le degustazioni internazionali anche l’inedito confronto Etna e Borgogna, Pinot Noir e Nerello Mascalese.

Una sala del percorso espositivo è stata dedicata alla produzione biologica e ha visto l’assegnazione del Premi della Rassegna Biodivino in Campania promossa da Regione Campania, Assessorato all’Agricoltura.

Come ogni anno, infine Vitignoitalia ha premiato i migliori vini presenti al Salone con un concorso enologico rinnovato nei contenuti e nelle modalità di selezione e con l’inserimento di 2 Premi Speciali: uno riservato ai giovani under 30 ed uno alla valorizzazione del territorio.

Vitignoitalia è un progetto di Hamlet srl realizzato anche con il supporto di Unioncamere Campania, Regione Campania – Assessorato all’Agricoltura e Pesca, Comune di Napoli. Con la collaborazione di Gruppo Sangemini, Bormioli Rocco, Banco di Napoli, Agriventure. Radio ufficiale Radio Capri.

Vitignoitalia
tel. 081 4104533
www.vitignoitalia.it

ufficio stampa
dipunto studio
081681505
www.dipuntostudio.it

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.