21 Ottobre 2011

La manifestazione si afferma come fiera internazionale di riferimento per il made in italy meccano-alimentare

CHIUDE CIBUS TEC 2011: INNOVAZIONE E COMPETENZE DI FILIERA SUPPORTANO L'EXPORT DELLA MECCANICA ALIMENTARE ITALIANA

Le maggiori aziende alimentari del mondo si sono ritrovate a Cibus Tec per aggiornare le proprie scelte impiantistiche e tecnologiche ed innovare i propri processi produttivi e di confezionamento alimentare.

Nelle quattro giornate della fiera sono state presentate le innovazioni tecnologiche del comparto sia nei padiglioni espositivi, totalmente rinnovati, sia nei numerosi appuntamenti convegnistici, primo su tutti il Congresso Mondiale del Latte “Summilk”, che ha richiamato a parma i 1500 protagonisti mondiali del settore lattiero caseario.

In aumento espositori (+7%) e visitatori (+10%), selezionati da un Comitato di Orientamento delle aziende espositrici, invitati e accolti dal Welcome Desk di Fiere di Parma, che in tal modo ha anche svolto una funzione sussidiaria dell’ICE, l’ormai abolito Istituto del Commercio Estero.


Da Cibus Tec sono partiti diversi segnali sulle tendenze di mercato: anche gli europei continentali e dell’est apprezzano sempre più i “piatti pronti”, soprattutto gli elaborati di pollo, le zuppe, le basi per la pizza e le torte, i sughi freschi; si registra un boom dei prodotti di 4° Gamma, cioè i freschissimi già pronti dell’ortofrutta, il cui prezzo è diminuito negli ultimi anni grazie allo sviluppo tecnologico dei macchinari e alla crescita dei prodotti a marchio dei supermercati; cresce anche il consumo di succhi innovativi a base vegetale (succhi di carote, succhi di polpa, vegetali liquidi), con una spiccata preferenze per quelli con particolato, cioè contenenti le fibre o pezzi del frutto.

Sul fronte delle tecnologie di processo e confezionamento, a Cibus Tec è stata protagonista l’offerta Made in Italy sia delle aziende a capitale italiano sia delle multinazionali che hanno deciso di creare i propri centri di eccellenza e competenza in Italia. Il meccano-alimentare si conferma uno dei settori più innovativi di tutto il comparto manufatturiero italiano, come dimostrato dalla ricerca presentata dall’Istat che mostra come il 43% delle imprese meccano alimentari italiane investe nella ricerca e sviluppo raccogliendo risultati sul fronte export tripli rispetto a quelle aziende non innovatrici.

Innumerevoli le innovazioni tecnologiche in esposizione a Cibus Tec, sia nel campo della lavorazione che in quello del confezionamento: si va dalla nuova autoclave rotante per la sterilizzazione dei prodotti che dimezza i tempi di processo al nuovo evaporatore polivalente ad elevato risparmio energetico; dalla pelatrice a vapore che rimuove la pelle dell’ortofrutta senza alterazioni termiche alla denocciolatrice di pesche che non richiede presenza di manodopera; dalla prima bottiglia asettica di cartone per il latte al sistema di confezionamento asettico per l’alimentare che elimina totalmente i residui di sostanze sterilizzanti; dalla farina extra white che rivoluzionerà l’industria molitoria europea ai nuovi impianti ad alta pressione in continuo che renderanno accessibile questa tecnologia al freddo di conservazione. Oltre ad annunci importanti come la presentazione della prima etichetta “Per il clima” che LegAmbiente ha studiato per una nota confezione di passata di pomodoro, in grado di misurare le basse emissioni di Co2 registrate nell’intero processo produttivo.

Massiccia, come sempre, la presenza di operatori internazionali a Cibus Tec 2011. Il Brasile, eletto Paese Focus, era presente con una ampia delegazione composta dalle direzioni tecniche e impiantistiche delle 50 aziende brasiliane di riferimento dei comparti lattiero-caseario e vegetale. Numerose anche le delegazioni Russe, Turche e Indiane. La valenza internazionale di Cibus Tec è stata sottolineata anche dalla presenza in fiera della 3°edizione della manifestazione francese “Tech Fruits et Lègumes”, che da anni organizza business matching tra operatori dell’ortofrutta dell’area Mediterranea, del board internazionale dell’IFU, la Federazione internazionale dei produttori di succhi di frutta e di quello dell’Amitom, l’Associazione mediterranea del pomodoro da industria e, naturalmente, le riunioni tecniche della Federazione Internazionale del Latte.

Il successo di Cibus Tec apre la strada alla grande manifestazione del food made in Italy, “Cibus”, che si terrà dal 7 al 10 maggio del 2012. Mentre, a partire da quest’anno, Cibus Tec avrà cadenza triennale, per cui l’appuntamento è nel 2014.

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.