2 Aprile 2011

La «Coppa del Mondo» dei vini va alla Golan Heights Winery di Katztrin (Israele). Assegnate 71 medaglie, per 3.720 vini iscritti, provenienti da 30 Paesi. All’azienda agricola G. Milazzo di Campobello di Licata (Agrigento) e alla spagnola Bodegas Marques de Carrion il Premio speciale «Vinitaly Nazione 2011».

Il «Gran Vinitaly 2011» vola in Israele. In Sicilia e in Spagna i premi Vinitaly nazione

Verona, 2 aprile 2011. È israeliano il miglior produttore di vino del mondo. L’edizione 2011 del Concorso enologico internazionale premia la cantina Golan Heights Winery, realtà relativamente giovane, fondata nel 1983 a Katzrin (Israele).
È la prima volta che il riconoscimento del Premio speciale Gran Vinitaly viene assegnato dai giurati ad una realtà israeliana. Il premio, ricordiamo, va al produttore che ha totalizzato il maggior risultato calcolato dalla somma dei punteggi più elevati riferiti a due vini che hanno ottenuto una medaglia in gruppi diversi.
La Golan Heights Winery al Vinitaly aveva già raccolto riconoscimenti importanti nelle precedenti edizioni del Concorso Enologico Internazionale (nel 2004 e nel 2006, infatti, era stata premiata con la Gran Medaglia d’oro). La cantina israeliana ha convinto i 105 giurati – scelti fra i più autorevoli enologi e giornalisti di settore di tutto il mondo per questa prestigiosa anteprima al 45° Vinitaly – affermandosi su una “concorrenza” di 3.720 bottiglie (erano 3.646 nel 2010), presentate da più di 1.000 aziende vitivinicole partecipanti da 30 Paesi del mondo: Australia, Austria, Brasile, Bulgaria, Canada, Cile, Columbia, Croazia, Ecuador, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Israele, Italia, Messico, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Romania, Serbia Montenegro, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ungheria, Uruguay e Venezuela.
La manifestazione si è svolta con il patrocinio dell’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin, dell'Union Internationale des Oenologues, dei ministeri delle Politiche agricole e delle Attività produttive e in collaborazione con Assoenologi e Ice.

Il Concorso enologico internazionale - Vinitaly 2011 si conferma come il più selettivo e rigoroso del mondo, con appena 71 medaglie assegnate (il medesimo numero del 2010, mentre erano state 113 nel 2009) rispetto al totale dei partecipanti e procedure mirate a rendere anonimi i vini, sotto la supervisione del notaio in Verona Maria Maddalena Buoninconti. Come da regolamento, tutti i produttori che si sono aggiudicati una medaglia potranno apporre un’etichetta, riportante la distinzione «Concorso Enologico Internazionale 2011», da applicare sulle partite dei vini risultati vincitori.

Complessivamente, sono stati 1.042 i diplomi di «Gran Menzione» assegnati quest’anno: i primi venti vini di ogni categoria e gruppo che hanno ottenuto il miglior punteggio, sono stati rivalutati da tre commissioni diverse. Tra questi, quelli che hanno ottenuto le migliori performance, sono stati rispettivamente insigniti con Gran Medaglia d’Oro, Medaglia d’Oro, Medaglia d’Argento e Medaglia di Bronzo. Sono state attribuite 16 Gran Medaglie d’Oro, 17 Medaglie d’Oro, 19 Medaglie d’Argento e 18 Medaglie di Bronzo.

«Per il diciannovesimo anno consecutivo il concorso si è confermato il più selettivo al mondo – commenta Giuseppe Martelli, direttore generale di Assoenologi – con una qualità dei vini in continuo miglioramento. E a conferma di una marcata internazionalità del concorso rileviamo che quest’anno i vini stranieri registrano percentualmente una presenza forse superiore a quella italiana nei primi quattro premi che caratterizzano il Concorso enologico».
Due le aziende che hanno vinto il Premio speciale «Vinitaly Nazione 2011», attribuito al produttore di ogni Paese che ha ottenuto il maggior punteggio in base alla somma delle valutazioni riferite ai migliori tre vini insigniti del diploma di Gran Menzione. A conquistare il prestigioso riconoscimento sono state quest’anno l’italiana Azienda agricola G. Milazzo – Terre della Baronia Spa di Campobello di Licata (Agrigento), che si aggiudica anche il premio «Vinitaly Regione 2011», e la spagnola Bodegas Marques de Carrion S.A. – Cabastida – Alava.

Ad aggiudicarsi la seconda edizione del Premio speciale «Vinitaly Regione 2011», che incorona il produttore di ogni regione italiana che ha ottenuto il miglior risultato in base alla somma dei punteggi più alti riferiti ai tre migliori vini che hanno ottenuto la Gran Menzione – sono state le seguenti cantine: Veneto: Cantina Valpolicella Negrar Sca – Negrar (Verona); Puglia: Azienda agricola La Mea di Maci Marco – Cellino San Marco (Brindisi); Toscana: Banfi Distribuzione srl – Montalcino (Siena); Sicilia: Azienda agricola G. Milazzo – Terre della Baronia Spa di Campobello di Licata (Agrigento); Lombardia: Le Cantorie azienda agricola – Gussago (Brescia); Abruzzo: Società cooperativa agricola olearia vinicola Orsogna – Orsogna (Chieti); Sardegna: Carpante Usini srl – Usini (Sassari); Emilia-Romagna: Cantine Ceci spa – Torrile (Parma); Piemonte: Vigne Regali srl – Strevi (Alessandria); Lazio: Cantina Sant’Andrea azienda agricola – Terracina (Latina); Friuli Venezia Giulia: Eugenio Collavini Viticoltori spa – Corno di Rosazzo (Udine); Marche: Terre Cortesi Moncaro società cooperativa agricola – Montecarotto (Ancona); Trentino-Alto Adige: Cavit s.c. – Trento ; Basilicata: Cantine del Notaio società agricola a r.l. – Rionero in Vulture (Potenza); Umbria: azienda agricola Dott. Valentino Cirulli – Ficulle (Terni).

Assegnato anche il Premio speciale «Banca Popolare di Verona», andato al vino Trentino Doc Vin Santo “Arele” 1999 di Cavit s.c. - Trento per aver conseguito il miglior punteggio fra tutti i vini veneti, o emiliano-romagnoli, o trentini o friulani di tutte le categorie previste dal regolamento del 19° Concorso Enologico Internazionale.

Albo d’oro del Concorso Enologico Internazionale

  • 2010 Gianni Zonin Vineyards di Gambellara - Italia 2001 Ernest & Giulio Gallo Winery – Usa
  • 2009 Inniskillin Wines Inc. - Niagara On The Lake - Canada 2000 Banfi – Italia
  • 1999 Cantine Tollo – Italia
  • 2008 Divino Nordheim – Die Winzergenossenschaft - Germania 1998 Ernest & Giulio Gallo Winery – Usa
  • 1997 Tasca d’Almerita
  • 2007 Wyndham Estate – Australia 1996 Banfi - Italia
  • 2006 Segura Viudas – Spagna 1995 Banfi - Italia
  • 2005 Cavit S.C - Italia 1994 Banfi - Italia
  • 2004 Azienda Vinicola Miceli - Italia 1993 Cantine Marchesi di Barolo - Italia
  • 2003 Vineland Estates Winery – Canada
  • 2002 Ernest & Giulio Gallo Winery - Usa

Servizio Stampa Veronafiere

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.