Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

14 Maggio 2015

L'Incanto di Ornellaia 2012

Annata simile alla 2011, ma la natura è stata ancora più attenta: una primavera soleggiata e mite ha condotto ad un ottimo sviluppo vegetativo portando ad una fioritura rapida e omogenea.  

Bolgheri. Toscana, 14 Maggio 2015 – L’Incanto: questo il ‘Carattere’ capace di definire pienamente l’annata 2012, un concetto semplice ma per nulla facile da ottenere. Un tema a cui si ispira il mondo del vino da sempre. Ovvero, stupire nell’istante dell’assaggio e poi restare per sempre! Un carattere che cova nel lavoro quotidiano di ogni enologo. E quest’anno un legame con il progetto Ornellaia Vendemmia d’Artista anche nella bottiglia da 0,750 ml. Infatti, L’etichetta con lo ‘Splash’, creata dall’artista svizzero John Armleder, in un’ edizione limitata identifica L'Incanto come il 'carattere' di Ornellaia 2012 ed è presente con un esemplare in ogni cassa di legno da 6 bottiglie 750 ml. Ogni annata, unica nella sua personalità, ispira artisti di fama internazionale ad interpretare il 'carattere' specifico per il progetto artistico Vendemmia d'Artista. www.ornellaia.it - http://www.ornellaia.com/it/#vendemmia 

La 2012 è stata un’annata siccitosa, così come la 2011. La mancanza d’acqua si è sentita già durante l’inverno, freddo ma poco piovoso. Al momento del germogliamento, che si è svolto nella norma, le precipitazioni accusavano un deficit di circa 100 mm rispetto alla media pluriennale. Una primavera soleggiata e mite ha condotto ad un ottimo sviluppo vegetativo portando ad una fioritura rapida e omogenea. Luglio e agosto sono stati caldi e quasi privi di piogge, facendo temere problemi di blocco della maturazione per mancanza d’acqua. Nonostante ciò, l’invaiatura si è svolta in perfette condizioni completandosi così in modo regolare e soddisfacente. Alcune piogge tra fine agosto e inizio settembre, hanno poi dato un’ulteriore accelerazione alla maturazione che si è completata in modo uniforme con ottimi parametri sia aromatici che polifenolici.

La vendemmia si è svolta tra il 29 agosto e il 17 settembre per i Merlot. Dal 18 settembre è iniziata quella dei Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot dai vigneti giovani, per concludersi il 5 ottobre con i Petit Verdot e Cabernet Sauvignon dai vigneti vecchi. 

“La 2012 è stata un'annata generosa di sole caratterizzata in generale da tempo asciutto ma anche da piogge che, cadute al momento opportuno prima della vendemmia, hanno aiutato le viti a ripararsi della siccità e del caldo eccessivo e hanno permesso una maturazione regolare e omogenea”. Queste le parole di Axel Heinz, Esatate Director ed Enologo ORNELLAIA, che aggiunge – “ I vini, ampi e generosi, presentano un carattere particolarmente seducente e avvolgente che ci piace descrivere con la parola ‘Incanto’. Ornella 2012 si presenta con un colore rubino intenso, e all’olfatto con delle note intensamente fruttate e speziate di grande piacevolezza. Al palato è ampio, rotondo e privo di spigoli, con un tannino levigato. Nel 2012 non manca la proverbiale concentrazione che contraddistingue le grandi annate di Ornellaia, ma questa annata la nasconde dietro una struttura generosa e sontuosa, in un finale di lunga persistenza”.  

"Un incredibile e piccante gusto di mora e mirtilli, ricco e avvolgente” – questo l’inciso di Serena Sutcliffe, Master of Wine, Head of Sotheby’s International Wine Department, inoltre – “ Un grande vino, con dolce opulenza su tutto il palato, un vero "incantesimo" con sapore di caffè e cassis, il tutta con un espressa finitura succulenta".  

"Quando ho assaggiato Ornellaia 2012 per la prima volta sono stato subito trasportato in un mondo di sogni. E’ stato inaspettato e sorprendente” – così John Armleder, artist ache ha realizzato l’etichetta ‘Splash’, che aggiunge – “Un momento che non può essere ripetuto. L'immagine rappresenta la sorpresa e il piacere che ho sentito. Vorrei che tutti potessero sperimentare quella sensazione. L’Etichetta interpreta quest’esperienza facendola diventare unica”.

ORNELLAIA vinificazione e affinamento, la raccolta è avvenuta a mano in cassette da 15 kg ed i grappoli sono stati selezionati su doppio tavolo di cernita prima e dopo la diraspatura e sottoposti al termine ad una pigiatura soffice. Ogni varietà e ogni parcella è stata vinificata separatamente. La fermentazione alcolica ha avuto luogo in tini di acciaio inox a temperature tra 26-30°C per una settimana alla quale è seguita la macerazione per un totale di circa 10-15 giorni. La fermentazione malolattica si è svolta principalmente in barriques di rovere (70% nuove e 30% di primo passaggio). Il vino è rimasto in barriques nella cantina di Ornellaia a temperatura controllata per un periodo di circa 18 mesi.

Dopo i primi 12 mesi è stato effettuato l’assemblaggio e quindi reintrodotto nelle barriques dove ha trascorso altri 6 mesi. Il vino rimane in bottiglia per altri 12 mesi prima dell’introduzione sul mercato. 

ORNELLAIA, la sua filosofia vede la nascita dei vini come espressione più vera del proprio territorio di origine. Le uve per Ornellaia sono selezionate a mano e raccolti nei vigneti di proprietà a Bolgheri, sita sulla costa toscana. La diversa natura dei terreni della tenuta - marini, alluvionali e vulcanici - è ideale per la coltivazione di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. La Tenuta comprende una superficie vitata di 97 ettari sulla costa Toscana, a pochi passi dal borgo medioevale di Bolgheri e dal celebre viale dei cipressi. Il costante lavoro del team e le condizioni microclimatiche e geologiche ottimali hanno portato in un ventennio - il 1985 è stata la prima annata di Ornellaia - i vini della tenuta a grandi successi internazionali. Ornellaia 1998 è stato nominato vino dell’anno nel 2001 dalla rivista americana Wine Spectator. Nel 2011 la testata tedesca Der Feinschmecker ha assegnato ad Ornellaia il suo premio più ambito, il Weinlegande. Numerosi i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale e internazionale, soprattutto la presenza costante ai vertici delle principali guide enologiche italiane, Gambero Rosso, Espresso, Veronelli, Duemilavini AIS, Luca Maroni.

Argomenti Correlati

Se hai trovato interessante questo articolo, probabilmente troverai interessanti anche i seguenti argomenti:

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.