26 Marzo 2014

LA GRANDE CUCINA DI VINITALY: RISTORAZIONE A 5 STELLE

Menu firmati da chef di fama internazionale serviti à la carte, self-service o a buffet, selezioni di prestigio per le carte dei vini, degustazioni d’autore, prodotti agroalimentari di alta qualità, biologici, ambienti e servizio raffinati: questi gli elementi che caratterizzano l’offerta culinaria a Vinitaly, Enolitech e Sol&Agrifood.  

Verona, 26 marzo 2014. Esaltazione dei sapori, ricerca, arte della tradizione e originalità condiscono quest’anno i piatti dei gradi chef che si esibiscono ai fornelli della 48ª edizione del Salone internazionale del vino e dei distillati.
I ristoranti della rassegna La Grande Cucina di Vinitaly ospitano infatti nomi di rilievo del mondo della ristorazione, a cominciare dal Ristorante d’Autore (in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino), dove si alternano gli chef stellati Piero Bertinotti, Herbert Hirtner, Stefano Cerveni e Marco Pernati. Le cucine del Self-Service d’Autore (sempre in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino) sono invece teatro della bravura e dell’estro culinario dei più grandi chef italiani dell’Associazione Jre (Jeunes Restaurateurs d’Europe).
Tra i ristoranti istituzionali di Veronafiere, indossa una nuova veste il Ristorante Goloso, che con BioItalia diventa Bio e propone piatti interamente biologici.
L’offerta prosegue con un invitante percorso all’insegna del gusto e della tradizione a spasso tra le Cittadelle della Gastronomia, che presentano le diverse realtà regionali, esaltando il grande legame che da sempre esiste tra cucina e territorio.
Ai tradizionali punti di ristorazione, si aggiunge un’invitante novità, allestita all’interno degli spazi di Enolitech, il ristorante Brasserie Enolitech (arredato da KubeDesign), una location dal carattere green che coniuga semplicità, qualità e sapore, offrendo la comodità di un servizio rapido per venire incontro alle esigenze del grande pubblico di Vinitaly ed Enolithech.
Si possono trovare tutte le informazioni su ristoranti, chef coinvolti, menu proposti, prezzi e contatti per le prenotazioni all’interno dell’Area visitatori del sito di Vinitaly (www.vinitaly.com).

I protagonisti del gusto:

Ristorante d’Autore al 1° Piano Palaexpo (aperto dalle 12.30 alle 15.00 durante tutti i giorni di manifestazione): appuntamento quotidiano con il gusto, organizzato da Vinitaly in collaborazione con l'Associazione Nazionale Le donne del Vino per la fornitura del vino.
Quattro grandi chef stellati si alternano durante le quattro giornate di manifestazione, presentando le eccellenze della cucina italiana. I migliori menu del territorio italiano sono interpretati seguendo il tema “L’Italia del vino e del gusto vista dalla pianura alla montagna, dai laghi al mare” : domenica 6 aprile si inaugura con la “Pianura” interpretata dallo chef Piero Bertinotti del Ristorante Da Pinocchio di Novara; lunedì 7 è il turno della “Montagna” con il Ristorante Zur Rose di Appiano e lo chef Herbert Hirtner; martedì 8 si assaggiano i sapori tipici lacustri rivisti dallo chef Stefano Cerveni del Ristorante Due Colombe di Brescia; si finisce mercoledì 9 con il tema “Mare” proposto dal Ristorante Manuelina della famiglia Carbone di Recco (GE) e dallo chef Marco Pernati.

Self-Service d’Autore al 1° Piano Galleria dei Signori tra i Padiglioni 10 e 11 (aperto dalle 12.30 alle 15.00 durante tutti i giorni di manifestazione): in collaborazione con L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino per la carta dei vini, è perfetto per chi vuole sfruttare al massimo ogni momento utile durante la visita a Vinitaly, senza tralasciare gusto, stile ed eleganza. I più grandi chef dell’Associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe vincono la sfida di coniugare qualità, sapore e innovazione con le modalità proprie del self-service, realizzando menu completi di antipasto, piatto unico, formaggi e dolci, accompagnati da caffè e naturalmente da un’ottima scelta di vini. In ordine si alternano lo chef Luigi Pomata del Ristorante Luigi Pomata (Cagliari) e gli chef Iside De Cesare e Romano Gordini del Ristorante La Parolina (Tregliano, Viterbo) per la giornata di domenica 6; lunedì 7 lo chef Alberto Faccani del Ristorante Magnolia (Cesenatico, Forlì-Cesena) e le chef Vilma e Nadia Moscardi del Ristorante Elodia (L’Aquila); martedì 8 sono ai fornelli lo chef Alfonso Caputo del Ristorante La Taverna del Capitano (Napoli) e lo chef Andrea Tonola del Ristorante Lanterna Verde (Villa di Chiavenna, Sondrio); mercoledì 9 con lo chef Renato Rizzardi del Ristorante La Locanda di Piero (Montecchio Precalcino, Vicenza) e lo chef Paolo Donei del Ristorante Malga Panna (Moena, Trento).

Ristorante Bio Goloso collocato in parte all’interno e in parte all’esterno del Padiglione C di Sol&Agrifood (aperto dalle 12.30 alle 15.00 durante tutti i giorni di manifestazione): è realizzato in collaborazione con BioItalia - sponsor ufficiale dell’evento, che si occuperà della fornitura dei prodotti e della gestione della cucina. La carta dei vini, non a caso, comprende i Vini Biologici di Vinitaly selezionati tra quelli senza solfiti. Le modalità di fruizione del servizio sono tre: self-service, buffet e à la carte, con menù e prezzi diversi. Fiore all’occhiello dell’iniziativa è il servizio take-away su prenotazione per tutti gli espositori di Sol&Agrifood, Vinitaly ed Enolitech. L’allestimento studiato per la location è di forte impatto e originalità: con tavoli realizzati con materiali di recupero e “ombrelloni” creati con piante verdi.

Brasserie Enolitech, all’interno del padiglione F di Enolitech (aperto dalle 12:30 alle 15:00 durante tutti i giorni di manifestazione) è organizzato in collaborazione con L'Officina delle Idee 3.0. Un nuovo luogo d’incontro all’insegna del gusto, arredato con un tocco di originalità tutta green grazie all’arredamento in cartone compensato firmato KubeDesign e dedicato a espositori e visitatori di Enolitech e Vinitaly, che offre un servizio rapido e di qualità per accontentare le esigenze di tutti.

Le Cittadelle della Gastronomia: location dedicate alla ristorazione dislocate nell’area esterna al Padiglione 5 a disposizione del pubblico tra le 12:30 e le 15:00 di ogni giorno di manifestazione, che propongono abbinamenti di vino e prodotti tipici della tradizione regionale. Un percorso sulla strada dei sapori italiani che passerà per sette punti di ristorazione: la Cittadella Cantine Giacomo Montresor, la Cittadella Trattoria de Gli Amici - gestita dalla cooperativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio di Roma -, la Cittadella Grangusto di Maremma, la Cittadella Associazione Nazionale Le Donne del Vino, la Cittadella Fontanafredda, la Cittadella Premiere Wine & Food e la Cittadella Ristorante del Piemonte.

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.