19 Ottobre 2012

lL vino nei paesi Scandinavi: Tra bag in box e rossi corposi, piccoli mercati crescono

Seconda serie di interviste ai giornalisti designati come giudici al prossimo Concorso Enologico Internazionale (12-16 novembre 2012), con un focus su Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Prospettive in crescita sul mercato scandinavo, seppure con tendenze diverse da Paese a Paese.

Verona, 17 ottobre 2012 – “I mercati scandinavi sono molto diversi tra loro in termini di preferenze dei consumatori. Il mercato svedese è dominato dal bag-in-box di vini provenienti da tutto il mondo, il mercato danese predilige i cileni (ma con una simpatia enorme e strana per i vini stile ripasso), mentre il mercato norvegese è più eterogeneo, forse con una leggera dominanza di vini italiani e un mercato sorprendentemente grande per i vini bianchi tedeschi di alta qualità”. Lo dice Ole Udsen, giornalista e blogger danese impegnato dal 12 al 16 novembre come giudice del Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly.
A lui e agli altri giornalisti chiamati nella giuria della competizione più selettiva del mondo Vinitaly ha posto tre domande, per interpretare il mercato del vino nei più importanti Paesi di consumo o in quelli emergenti. Una serie di interviste settimanali che rappresentano un’occasione di confronto e che è possibile leggere e commentare sul sito della manifestazione al link http://aspettando.vinitaly.it, mentre alla pagina www.vinitaly.com/areaEspositori/giuria-concorso-enologico è possibile trovare i curricula di tutti i giurati.
Il focus sui Paesi scandinavi, che segue quello sugli Stati Uniti della settimana scorsa, ha coinvolto anche il finlandese Timo Jokinen e lo svedese Anders Röttorp.
Anche in Svezia – secondo Röttorp, uno dei principali giornalisti enologici del Paese, attivo da quasi 30 anni – c’è un apprezzamento crescente per i rossi corposi, magari passiti con alta gradazione alcolica, come Amarone, Ripasso o gli Zifandel, anche se “ci sono molte differenze di gusto nei vari segmenti di mercato e in futuro – dice – credo che sarà ancora più così”.
Molto condizionato dal prezzo, invece, il mercato finnico: “I vini bianchi oltre i 10 euro e i rossi oltre 12-13 euro - dice Jokinen, docente, educatore, scrittore, importatore, consulente e organizzatore di tour enogastronomici - hanno un andamento lento, mentre la maggior parte delle vendite è nella fascia di prezzo tra 7 e 10 euro; Cile e Sud Africa – puntualizza Jokinen - sono leader di mercato e più del 50% dei vini venduti dal monopolio è rappresentato da bag in box”.
Interessante il fatto che sia in Svezia che in Finlandia, Paesi dove la vendita di vino è affidata ai monopoli di Stato, i consumatori scelgano sempre più spesso internet come canale di vendita per i propri acquisti.

Servizio Stampa Veronafiere
Tel.: + 39.045.829.82.42 – 82.85 – 82.10
E-mail: pressoffice@veronafiere.it - www.vinitaly.com

 

Argomenti Correlati

Se hai trovato interessante questo articolo, probabilmente troverai interessanti anche i seguenti argomenti:

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.