Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

3 Agosto 2017

Sono iniziati i 100 giorni di vendemmia di Firriato

Le prospettive sono quelle di una stagione di raccolta regolare, con grandi aspettative soprattutto per le varietà autoctone.

Trapani, 3 agosto 2017 - Si apre oggi a Borgo Guarini, nell'agro trapanese, la vendemmia 2017 di Firriato, che come ogni anno inizia con la raccolta dello Chardonnay. Prende avvio così la vendemmia 2017 che vedrà impegnata l’azienda trapanese per circa 100 giorni, quando l'ultima raccolta dei grappoli (tra la seconda e la terza decade d'ottobre) verrà completata nella Tenuta di Cavanera sull'Etna con il Nerello Mascalese e il Nerello Cappuccio.

"A oggi, sembra che quella che ci aspetta sia una vendemmia regolare, non influenzata dagli eventuali anticipi provocati dai picchi di calore di questi giorni", spiega Federico Lombardo di Monte Iato, COO di Firriato. Le piante, infatti, anche nei territori più aridi (come quello di Favignana, nella Tenuta di Calamoni), sono in perfette condizioni e non hanno subito alcuno stress idrico: uve quindi non soltanto sane ma anche belle, e le cui componenti aromatiche risulteranno particolarmente ricche.

 "Senza ulteriori picchi di caldo - continua il COO - e col mantenimento delle attuali escursioni termiche tra il giorno e la notte, avremo garantita la più equilibrata maturazione fenolica e l’integrità fitosanitaria degli acini che sembra essere tra le migliori dell’ultimo quinquennio”

Con questi presupposti, l'azienda della famiglia Di Gaetano si aspetta molto dalla vendemmia 2017 soprattutto dai territori d'elite come quello trapanese di Baglio Sorìa e quello di Calamoni nell’isola di Favignana. I vitigni autoctoni - Zibibbo e Grillo – si caratterizzano, tra gli altri, per un corredo aromatico straordinario. Alle vendemmia dello Chardonnay seguirà immediatamente la raccolta delle uve Grillo per la base spumante del Saint Germain Brut.

La vendemmia si concluderà nella tenuta di Cavanera sul versante nord-est dell’Etna dove ci si attende una produzione di ottima qualità, soprattutto per il Nerello Mascalese che quest’anno sembra essere in grande spolvero

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.