Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

7 Ottobre 2011

Un buon vino della Valpolicella per scaldare i cuori russi e uno di Prosecco per rendere frizzanti le serate di un pubblico di consumatori sempre più affezionato all'Italia enologica.

il Consorzio Vini Valpolicella capofila del progetto “Venezia e i suoi vini” sarà in Russia l’11 ottobre 2011 per un educational promozionale rivolto agli operatori specializzati. Ad accompagnare le due denominazioni, il Grana Padano dop e l’olio del Garda dop.

Appuntamento l’11 ottobre all’hotel Radisson Royal di Mosca per un evento dedicato a importatori, distributori, giornalisti specializzati che esalterà la Valpolicella e i suoi vini. Igor Serdyuk, giornalista e curatore di numerose iniziative editoriali, oltre che della catena di enoteche Vinoteka.Ru, condurrà due distinte degustazioni, una dedicata alle peculiarità di questi vini e del loro territorio, Valpolicella e Prosecco, ed una concentrata sull’Amarone della Valpolicella.

Il vino non è più qualcosa “da bere”, ma da “degustare”, con tutte le implicazioni che questo comporta sul piano della fruizione, che coinvolge tutti i sensi e non solo il palato. Come osservando un’immagine, ad un vino si chiede oggi di suscitare emozioni, di raccontare la sua storia e quella del suo territorio d’origine. Non più solamente prodotto alimentare, il vino è diventato perciò un prodotto culturale, su cui l’aspetto della comunicazione ha assunto indiscutibile rilevanza.

L’Amarone della Valpolicella si può dire ormai uno dei simboli dell’eccellenza italiana nel mondo. L’eleganza dettata dall’eredità storica e dall’indiscussa eccezionalità lo rendono oggetto di desiderio e veicolo di emozioni. Merito dei suoi “tre volti”: tradizionale, lussuoso e contemplativo per i quali è apprezzato da un sempre più ampio target di consumatori di vino, accomunati da un livello culturale e sociale medio-alto con una spiccata sensibilità ed attitudine al “bon vivre”.

Compagno di viaggio sarà il Prosecco doc, partner del progetto di promozione all’estero denominato “Venezia e i suoi vini”.


Il 12 ottobre il Consorzio parteciperà, con un banco istituzionale, a Vinitaly Russia, così da aumentare la visibilità e l’appeal della denominazione in un mercato particolarmente interessante per i produttori italiani. Un mercato che nei primi sei mesi del 2011 ha aumentato del 25% il valore dell’import di vini dall’Italia rispetto allo stesso periodo del 2010, raggiungendo quasi 41 milioni di euro, a fronte di un incremento delle quantità del 5,5% per un totale di 33 milioni di litri (Istat).
Si tratta di un progresso che conferma il positivo trend degli ultimi anni e che ha visto nel 2010 l’export verso la Russia crescere del 59% in valore e del 64% in quantità rispetto al 2009.

Ai partecipanti all’educational saranno offerti un lunch e un dinner a base di prodotti tipici della gastronomia veneta, grazie alla collaborazione del Consorzio di Tutela del Grana Padano dop e dell’Organizzazione dei Produttori Olivicoli del Garda.

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.