SARDEGNA
24 Gennaio 2015

Cannonau? Carignano? Nella Sardegna dei rossi importanti c'è tanto altro da dire...

di Mario Josto D'Ascanio

Ci pensa Pala che con il suo Essentija ci fa riscoprire con estrema raffinatezza uno dei più antichi vitigni autoctoni della nostra isola, il bovale sardo. Poco conosciuto ai più e spesso relegato ad uva da taglio ci viene riproposto dalla cantina di Serdiana in tutta la sua purezza mettendo in risalto il suo carattere forte e deciso impreziosito anche dalla coltivazione su piede franco.
L’analisi visiva ci dice che è un vino limpido, rosso rubino con riflessi granati, i suoi archetti, vicini tra loro e pesanti, denotano la sua consistenza. Al naso risulta intenso, complesso e fine. I suoi sono sentori di frutta rossa che richiamano la prugna, ciliegia e mora. L’ingresso in bocca è avvolgente, secco, caldo, morbido, abbastanza fresco con dei tannini delicati che accarezzano il palato.
Un vino di corpo, intenso e persistente con un lungo finale, tipico dei vini della nostra isola.

Da abbinare a dei secondi di carne e a dei formaggi non troppo stagionati con una temperatura di servizio di 18°, un degno compagno per le nostre tavole. 

Informazioni sul vino

Produttore: Pala - Serdiana

Anno: 2010

Gradazione: 14% Vol.

Varietà uve: Bovale 100%.

Denominazione: Isola dei Nuraghi I.G.T.

Classificazione: Vino rosso

Prezzo medio : 12,00

Commenti

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto 2 Gennaio 2018

© 2018 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.