Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

13 Aprile 2016

Un luppoleto nel Parco Nazionale del Pollino? Partita la campagna crowdfunding su Kickstarter.com

Un luppoleto nel Parco Nazionale del Pollino che diventi il punto di riferimento per tutti gli Homebrewers italiani?

Questo è il progetto di un gruppo di giovani lucani appassionati di birra artigianale che hanno da poco lanciato una campagna di ricerca fondi su Kickstarter.com, il loro obbiettivo è di investire sulle materie prime del nostro territorio, nonchè valorizzare la presenza di luppolo selvatico all'interno del Parco.  

Ecco il loro progetto:
 

Chi siamo: Honey Monkey è un progetto fondato da un gruppo di persone che, tra le altre cose, sogna di lavorare con chiunque voglia investire nel mondo della birra artigianale, creando relazioni vere, basate su un sincero scambio di idee e di confronto.

L'idea: Noi ci troviamo nel Parco Nazionale del Pollino, tra l'altro diventato di recente Patrimonio dell'Unesco, una terra che da sempre produce cereali, e altri prodotti agroalimentari, di qualità. Un giorno abbiamo scoperto che quel luppolo che, almeno per ora, siamo costretti ad importare dall'estero, cresce selvatico e rigoglioso lungo i nostri corsi d'acqua. Il nostro sogno è quello di poter finalmente usare un luppolo lucano e brigante, ma prima di tutto un luppolo italiano.

L'obiettivo: Un luppoleto che diventi punto di riferimento per tutti quegli homebrewers che intendano andare nella nostra stessa direzione. Immaginiamo di raccogliere già fra due anni i primi fiori, e dal terzo di avere la possibilità di usare luppolo fresco. Sognamo di sfruttare l'aria calda e pulita della nostra terra per essiccare in maniera quanto più naturale possibile i nostri fiori.

Come verrano utilizzate le risorse economiche raccolte tramite Kickstarter? Con il vostro aiuto vogliamo investire nella realizzazione di un luppoleto con lo scopo di fornire luppolo locale agli homebrewers. In particolare abbiamo intenzione di:

  • Affittare un terreno.
  • Comprare i rizomi di luppolo (cercando di coprire la maggior parte delle varietà esistenti).
  • Comprare delle strutture adeguate per permettere alle piante di crescere, e tutta la strumentazione tecnica necessaria per la raccolta e la corretta conservazione dei fiori.
  • Affrontare i costi legati alla manodopera necessaria.

Collaborazioni: Non vogliamo lanciarci in qualcosa di più grande di noi senza cognizione di causa. Ci avvarremo dell'aiuto di altri produttori di luppolo, con i quali è nato innanzitutto un rapporto di amicizia, e del supporto di esperti e centri di ricerca. Vogliamo fare tutto per bene senza azzardi e ponderando ogni scelta.

An Italian Hop Farm For Homebrewers
Crowdfunding su kickstarter.com

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.