22 Novembre 2012

Contraffazione, Catania: contrasto è parte fondamentale della lotta all'illegalità

 "Oggi c'è una maggiore consapevolezza del fenomeno della contraffazione e dell'importanza di contrastarlo. Negli ultimi cinquant'anni c'è stata una progressiva presa di coscienza da parte dei cittadini, delle associazioni e delle stesse istituzioni che hanno compreso l'entità di questo fenomeno e dei danni che crea al sistema produttivo italiano, in particolare a quello che più si basa sulla qualità e sul rapporto con il territorio, come l'agroalimentare. Proprio per il nostro livello di eccellenza, siamo oggetto di contraffazioni di tutti i tipi e su tutti i mercati".

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania nel suo intervento in occasione della sesta edizione del premio 'Vincenzo Dona, voce dei consumatori', organizzato dall'Unione Nazionale Consumatori questa mattina a Roma.

"La consapevolezza maturata in questi anni è stata alimentata - ha ricordato il Ministro - da figure come Vincenzo Dona, fondatore dell'Unione e apripista per il movimento consumerista del nostro Paese, che ha dato risonanza a battaglie fondamentali per la difesa dei consumatori. A questo proposito, va ricordato anche il prezioso lavoro che gli organismi di controllo e tutti i soggetti preposti svolgono ogni giorno in difesa dei cittadini e degli imprenditori onesti".

"Ma accanto ad elementi senza dubbio positivi, ci sono criticità sulle quali è necessario riflettere. La globalizzazione - ha spiegato Catania - ha amplificato in questi ultimi anni il fenomeno della contraffazione, rendendolo ancora più complesso, frastagliato e difficile da reprimere. Ecco perché, se sul piano nazionale occorre intensificare le attività di repressione, sul piano internazionale occorre rafforzare tutti i sistemi giuridici che tutelano l'origine e quindi l'identità del prodotto".

"Inoltre, gli stessi consumatori - come ha affermato il Ministro - hanno a volte atteggiamenti ambivalenti. Vale a dire che, di fronte a contraffazioni palesi che consentono di acquistare un prodotto a basso costo, i consumatori benché consapevoli di comprare un 'tarocco', sono disposti a farlo, convinti di averne un ritorno economico. È necessario invece che ci sia un atteggiamento diverso, che si capisca fino in fondo che questi comportamenti producono effetti deleteri a diversi livelli, danneggiando chi lavora onestamente e, in ultima analisi, anche gli stessi cittadini-consumatori".

"La lotta contro l'illegalità è una delle principali sfide che il nostro Paese deve affrontare - ha concluso Catania - perché il livello di illegalità con cui facciamo i conti è intollerabile e incompatibile con il futuro stesso dell'Italia. Molto è stato fatto dall'attuale Governo, che si è impegnato con decisione in questa battaglia. Mi auguro che anche nella prossima legislatura si metta al centro dell'agenda politica la lotta contro l'illegalità".

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.