12 Novembre 2011

Ok dal Brasile per gli agrumi del Made in Italy: via libera all'export. "bad news" per la Sardegna: da Bruxelles arrivano provvedimenti restrittivi. Il ministro Fazio: "verso il blocco dei prodotti insaccati sardi" a causa della peste suina

Arriva l’ok dal Brasile per gli agrumi del Belpaese: dopo due anni di trattative arance e cedri made in Italy potranno varcare il confine brasiliano. “Bad news”, invece, per gli insaccati sardi: la peste suina causerebbe il blocco dei prodotti dell’isola, da Bruxelles provvedimenti restrittivi nei confronti della Sardegna.
“Al termine di una lunga trattativa, durata quasi due anni, che ha registrato l’impegno dei nostri uffici diplomatici - spiega il Ministro delle Politiche Agricole, Saverio Romano - il Brasile riconosce agli agrumi italiani le caratteristiche fitosanitarie necessarie per poter dare il via libera al nostro export. Si tratta di un grande successo per il nostro agroalimentare, perché apre importanti prospettive in un mercato in grande crescita e dalle grandi potenzialità. Si conferma ancora una volta la qualità e la sicurezza dei nostri prodotti, in grado di conquistare nuovi mercati proprio per le straordinarie caratteristiche organolettiche. Il Ministero ribadisce l’importanza di un lavoro costante sui mercati internazionali, proponendosi così al fianco dei produttori”.

Così Saverio Romano ha commentato l’avvenuta pubblicazione sulla locale Gazzetta Ufficiale brasiliana (Diario Oficial da Uniao), della nuova normativa che rettifica la precedente IN 26 relativa ai requisiti fitosanitari per l’importazione di agrumi provenienti dall’Italia. La normativa riguarda nello specifico le arance e i cedri.
Per gli insaccati sardi, invece “a Bruxelles sembra che abbiano deliberato dei provvedimenti restrittivi nei confronti della Sardegna. Mi spiace, ma è l’unico modo per porre rimedio a questa situazione”. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, riferendosi al problema della peste suina che sta interessando la regione sarda. “Dobbiamo leggere il provvedimento - spiega il ministro - ma si andrebbe nella direzione di un blocco dei prodotti insaccati sardi”.

Fonte: WineNews
 

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.