7 Marzo 2012

Progetto Alimentis, Liori: "Rilanciar​e l'etica dei consumi alimentari​"

"Il Progetto nasce dall’idea di trasformare lo spreco in risorsa, recuperando e ridistribuendo i beni alimentari rimasti invenduti, ovviamente ancora consumabili. Alle associazioni di assistenza che gestiscono mense per indigenti e garantiscono assistenza agli animali d’affezione" - ha detto l’assessore Liori.

CAGLIARI, 6 MARZO 2012 - "Con questa iniziativa si rilancia l’etica dei consumi alimentari che, considerando il delicato momento di difficoltà che attraversano molte famiglie, attribuisce maggior valore all'idea". Lo ha detto l’assessore regionale del Lavoro, Antonello Liori, al seminario sul "Progetto Alimentis", promosso dall’Agenzia regionale per il lavoro in collaborazione con la "Caritas San Saturnino Fondazione Onlus", che garantisce il coordinamento operativo, e "Last minute market", spin off dell'Università di Bologna.

"Il Progetto nasce dall’idea di trasformare lo spreco in risorsa, recuperando e ridistribuendo i beni alimentari rimasti invenduti, ovviamente ancora consumabili. Alle associazioni di assistenza che gestiscono mense per indigenti e garantiscono assistenza agli animali d’affezione - ha aggiunto l'assessore Liori - Si basa sulla donazione diretta da parte degli esercizi commerciali, attraverso un rapporto fiduciario che riproduce quello del negoziante e del cliente, creando un circolo virtuoso tra chi produce invenduti utilizzabili ai fini dell’alimentazione umana ed animale, chi li potrebbe consumare, le istituzioni pubbliche e le società di smaltimento rifiuti. Sotto il profilo commerciale coinvolge tutte le attività, dalla grande struttura distributiva al piccolo negozio di alimentari per arrivare alla mensa industriale, così come tutti gli enti caritativi e le associazioni no profit che assistono gli indigenti o si occupano del mantenimento degli animali abbandonati".

"La filosofia dello 'spreco utile' permette il miglioramento della qualità nell'assistenza agli indigenti ed un beneficio sociale e ambientale, con la diminuzione del flusso dei rifiuti in discarica, per l’intera comunità. Perciò, la Regione è orgogliosa di essere parte attiva di queste iniziative che favoriscono la crescita della responsabilità sociale", ha concluso Liori.

"Un momento importante per l'Agenzia, per i funzionari e per i colleghi della rete che si è costruita attorno a questo progetto - ha detto Stefano Tunis, direttore dell’Agenzia regionale per il lavoro - Tessuti importanti della società che, con volontà e competenza, sono intervenuti nei processi fondamentali diventando parte attiva ed integrante. L’obiettivo futuro è quello di allargare la capacità di penetrazione di questo Progetto, uscendo dalla semplice fornitura alle mense e arrivando al sacchetto della spesa. In particolare, andando ad individuare sacche di povertà difficilmente intercettabili a causa di uno scarso controllo sociale soprattutto nei piccoli centri che, rispetto alle grandi città, sono più refrattari rispetto all’utilizzo di strumenti come questo".

www.regione.sardegna.it

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.