Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere sempre aggiornato

* Privacy

20 Maggio 2013

UE: con bando oliera stop a inganni al ristorante

L’obbligo previsto dalla normativa comunitaria di far uso di imballaggi che non consentano il riempimento con altre qualita' di olio rispetto a quelle indicate in etichetta nei ristoranti, sul bancone dei bar e nei servizi di catering è una barriera contro le frodi e gli inganni che colpiscono il condimento piu’ amato dagli italiani.
E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’entrata in vigore delle nuove norme comunitarie sull’olio di oliva che sono peraltro già contemplate dalla legge nazionale salva olio che prevede anche l’obbligo di indicare in etichetta con caratteri visibili la provenienza delle olive utilizzate. La nuova norma – conclude la Coldiretti - garantisce i consumatori ed i produttori in un Paese che è il piu’ grande importatore di oli di oliva che troppo spesso con l’inganno o addirittura la frode vengono spacciati come nazionali. 

COMMENTI

comments powered by Disqus

Ricerca vino o cantina

Cerca

Partecipa al sondaggio

Quale metodo preferisci per acquistare i tuoi vini?

Aperto Sabato 13 Febbraio 2016

Questo sito non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. La redazione dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e saranno comunque sottoposti a moderazione.

© 2015 Evolve Digital - P.IVA 02926510922 - Tutti i diritti riservati.