Articoli

Ad Ollolai, il vino è più fresco!!!

Giannetto Lapia

Non si potrà certo arricciare il naso sulla “location” del 5° Concorso Enologico Regionale che si è tenuto ad Ollolai, presso l’agriturismo Palai, a 1000 metri d’altezza. Così mentre gran parte della Sardegna boccheggiava per il forte caldo, il “panel” di degustatori, tecnici e sommelier dell’evento hanno beneficiato di un fresco naturale che raramente si dispone. 60 sono stati i vini in concorso, provenienti da tutta la Sardegna, espressione delle migliori cantine e dei piccoli produttori privati che con orgoglio mandano avanti il loro lavoro per il godimento di tutti. La giuria, guidata dal maestro sommelier enogastronomo Giannetto Lapia era composta da Tonino Arcadu della cantina Gostolai di Oliena, dalla sommelier Vanna Deiana della Camera di Commercio di Nuoro, Paola Pellegrino sommelier e ristoratrice di Siniscola, Quirico Mura delegato Onav di Oristano Giuseppe Carlini Onav, Giovanni Frau di Ollolai enologo e degustatore Onav. Il blocco dei 60 vini è stato suddiviso in Bianchi-Amatoriali al cui primo posto ha visto Andrea Cabiddu di Mamoiada. Per i Rossi-amatoriali, primo premio ad Antonio Mele di Mamoiada. Nella sezione Bianchi – cantine, primo premio alla cantina di Giovanni Sanna di S.Anna Arresi.

Ed infine, per la sezione Rossi-cantine, primo premio per il vino “SOROI Riserva, delle Cantine di Orgosolo”, secondo a Raimondo Frau di Ortueri, terzo al Rosso Serdiana della cantina Altea di Serdiana. A fianco del concorso enologico, Il GAL distretto rurale BMGS ha promosso un convegno dibattito su “Sostegno alla creazione ed allo svilupo di microimprese ed in particolare per ll sviluppo delle attività artigianali”. Tutta la promozione e la regia della giornata è stata gestita da Tonino Bussu, presidente dell’associazione Paris, che ha moderato il dibattito che ne è seguito e che ha visto la presenza di numerosi politici. Grande sforzo anche quest’anno per Michele “Chelone” Bussu che, con la sua famiglia ed i locali del Palai, hanno fatto in modo che i lavori si svolgessero completi delle necessità logistiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *