Articoli

Crociera del gusto. In viaggio con il Franciacorta

Crociera del Gusto Franciacorta

Sulla nave MSC Preziosa, un gruppo di produttori delle bollicine italiane più famose al mondo gira il Mediterraneo per far conoscere e degustare i propri vini in abbinati ai prodotti gastronomici del territorio in cui nascono.

Le cantine promotrici della manifestazione sono: Tenuta Ambrosini, Turra, La Fiorita, Montedelma, Le Cantorie, Demaldè, Romantica, Massussi, Monzio Compagnoni, Bredasole, Rizzini, San Cristoforo, Marzaghe, Corteaura.
Mentre le aziende Alimentari partner dell’iniziativa sono: Grana Padano, Torrefazione Lucaffè, Pastificio Nardi, Salumificio Aliprandi, Formaggi Cissva, Pastificio Tradizioni Padane, Olio delle Fate e Linea Pane di Beniamino Bazzoli.

Porti di attracco: Genova, Civitavecchia, Palermo, Cagliari. Palma di Maiorca, Valencia e Marsiglia.
Il 21 aprile è toccato al capoluogo isolano alla presenza dei rappresentanti locali del mondo del vino: ristoranti, enoteche e giornalisti. I sommeliers erano rappresentati dallo staff della Fondazione Italiana Sommelier – Sardegna con il presidente Regionale e i soci dell’A.I.S. Cagliari con il delegato. L’accoglienza è stata delle migliori, grazie alla padrona di casa Signora Mariuccia Ambrosini, che ha coordinato tutta la manifestazione. Cornice meravigliosa offerta dalla MSC Preziosa, con vista sulla città di Cagliari dal salone vetrato che ci ospitava. Sono stati proposti in assaggio i vini di cinque cantine: Tenuta Ambrosini, Turra, La Fiorita, Montedelma e Le Cantorie. Degustazioni proposte dal sommelier Paolo Cosentino che ha parlato del terroir della zona di produzione. Oltre al vino, uno spazio dedicato alla corretta alimentazione curato dal nutrizionista Dott. Vito Traversa. Beniamino Bazzoli di Linea Pane ha preparato e illustrato il dolce Quattro Stagioni rivisitato per essere degustato con i vini in assaggio, mentre il mastro cioccolataio Moretti Roberto ci ha deliziato con le sua creazione.
Una iniziativa molto interessante e di impatto che non sarebbe male proporre anche in versione made in Sardinia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *