Articoli

Le cantine della Sardegna a Slow Wine Fair: un viaggio alla scoperta dei vini isolani

Slow Wine Fair 2024 Sardegna

Avrà i colori, i profumi e i sapori di un vero e proprio viaggio alla scoperta dei vini della Sardegna, la partecipazione delle aziende isolane alla “Slow Wine Fair” di Bologna, l’evento internazionale dedicato al vino buono, pulito e giusto organizzato da BolognaFiere e SANA – Salone Internazionale del Biologico e del Naturale con la direzione artistica di Slow Food, che si apre domenica 25 febbraio e popolerà il quartiere fieristico del capoluogo emiliano fino a martedì 27.

Sono ventotto le aziende vitivinicole sarde che rappresenteranno l’Isola negli spazi del padiglione 15 (stand Z 1-33) del quartiere fieristico di BolognaFiere dedicati alla “Collettiva Sardegna”, voluta dalla Regione Sardegna e curata da Laore Sardegna, presente per la prima volta alla manifestazione.

LE AZIENDE DELLA COLLETTIVA SARDEGNA:

  • Altea Illotto di Adriano Altea (Serdiana)
  • Audarya (Serdiana)
  • Cantina Berritta (Dorgali)
  • Cantina Alessandro Bocca (Dorgali)
  • Roberto Cadeddu (Atzara)
  • Francesco Cadinu (Mamoiada)
  • Cantina Marco Canneddu (Mamoiada)
  • Cantina di Castiadas (Castiadas)
  • Azienda Vitivinicola Chessa (Usini)
  • Cantina del Bovale (Terralba)
  • Cantina Demuru Marco (Meana Sardo)
  • Deperu Holler (Perfugas)
  • Cantina Dorgali (Dorgali)
  • Fradiles (Atzara)
  • Giuseppe Gabbas (Oliena)
  • I Garagisti di Sorgono (Sorgono)
  • Cantina di Giba (Giba)
  • La Contralta (Olbia)
  • Cantina La Sughera (Aglientu)
  • Olianas (Gergei)
  • Lorenzo Pusole (Baunei)
  • Quartomoro di Sardegna (Marrubiu)
  • Cantina di Santadi (Santadi)
  • Azienda Agricola Sassu di Luca Depperu (Luras)
  • Giuseppe Sedilesu (Mamoiada)
  • Cantina Tani (Monti)
  • Tenute Tondini (Calangianus)
  • Società agricola Sa Defenza dei Fratelli Marchi (Donori).

Lo spazio dedicato alla ‘Collettiva Sardegna’ sarà animato, nel corso dei tre giorni, da numerosi appuntamenti a cura dell’Agenzia e di Slow Food Sardegna diretti a presentare e promuovere i vini delle aziende della “Collettiva Sardegna” in abbinamento con altri prodotti dell’Isola, tra cui numerosi Presìdi Slow Food.

IL PROGRAMMA

  • Domenica 25 Febbraio
  • ore 17:30. Viaggio in Sardegna. Alla scoperta dei Vini DOC, DOCG e IGT regionali in abbinamento con i Presìdi Pecorino di Osilo, Olio extravergine di oliva e il Pa Punyat di Alghero.
  • Lunedì 26 Febbraio
  • ore 11:30. Viaggio in Sardegna. Esploriamo abbinamenti ideali: il Vermentino e le sue variegate declinazioni, i Presìdi Fresa di Ittiri e Olio extra vergine di oliva, i pecorini del mercato contadino della Gallura e Pa Punyat di Alghero.
  • ore 15:30. Viaggio in Sardegna. Incontri di gusto: i vini del Mandrolisai in armonia con il Presidio Slow Food dell’Axridda di Escalaplano, la bottarga di Cabras e il pane carasau.
  • ore 17:00. Viaggio in Sardegna. Cannonau tour: tra Barbagia, Ogliastra e Sud Sardegna insieme al Fiore sardo dei pastori e Olio extravergine di oliva (entrambi Presìdi Slow Food), pane carasau e miele.
  • Martedì 27 Febbraio
  • ore 11:30. Viaggio in Sardegna. I tesori enogastronomici della Gallura e della Sardegna Nord-Orientale accompagnati da miele, pane carasau e dalla Pompia di Siniscola e Olio extravergine di oliva (entrambi Presìdi Slow Food).
  • ore 15:00. Viaggio in Sardegna. Dai prati al mare: Vini a denominazione della Sardegna centromeridionale abbinati al Casizolu di Santu Lussurgiu e Olio extravergine di oliva (entrambi Presìdi Slow Food) e alla bottarga di Cabras.

Una presenza significativa quella delle aziende sarde che nei tre giorni di Slow Wine Fair promuoveranno l’unicità delle loro produzioni e potranno confrontarsi con produttori provenienti da tutte le regioni d’Italia e da tutto il mondo sul futuro del vino e della viticoltura.

Fonte: Laore Sardegna

Bevisardo Shop Online Banner 2024 Desktop
Bevisardo Shop Online Banner 2024 Large

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *