Articoli

Vigne Surrau sbarca a Parigi e Madrid

Ambasciatori Vigne Surrau

L’AZIENDA DI ARZACHENA, UNICA ESPONENTE DEL COMPARTO VITIVINICOLO SARDO, PRENDE PARTE AL PRESTIGIOSO GAMBERO ROSSO BOUTIQUE ITALIAN WINERIES TOUR 2011.

I vini della cantina di Vigne Surrau conquistano l’Europa. L’azienda guidata da Tino Demuro, insieme ad altre 25 cantine selezionate in ambito nazionale, lo scorso 31 maggio ha preso parte alla prima tappa del Gambero Rosso Boutique Italian Wineries Tour 2011. Il prestigioso appuntamento si è tenuto a Parigi, nella storica sede del quotidiano Le Monde. All’evento hanno partecipato anche 25 affermate cantine francesi. L’incontro tra le scuole vitivinicole è stato anche proficua occasione di confronto per importatori, distributori, ristoratori, giornalisti e appassionati.

Da Le Monde all’Istituto Italiano di Cultura di Madrid. Il 2 giugno Tino Demuro ed il suo staff hanno presentato a Madrid, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura, i Vermentini di Gallura DOCG 2010 Branu Sciala, il Cannonau di Sardegna Sincaru 2009 e l’IGT Rosso Barriu 2007. Nella stessa sede, era ospitata anche una visitatissima mostra delle “Pietre Sonore” dello scultore sardo Pinuccio Sciola.
Da sottolineare il plauso per Il vermentino di Gallura – Sciala, selezionato insieme ad altri vini delle cantine partecipanti, per la cena offerta dall’Ambasciatore Italiano in Spagna, in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica. I nettari isolani hanno accompagnato il menu a base di prodotti tipici offerti dalla Regione Calabria e Sardegna. La prossima tappa del tour si terrà a San Pietroburgo

Marketing e relazioni internazionali. “I contatti avviati e le relazioni sono stati di alto profilo. Soprattutto per il mercato francese possiamo ritenerci soddisfatti, mentre – segnala Tino Demuro, amministratore delegato di Vigne Surrau – per la Spagna abbiamo avviato una promettente collaborazione commerciale con un importatore di Barcellona”. La misura di un’azienda che consolida la propria crescita ed esalta le bontà isolane.

Ti può interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *