Tertenia

Tenute Donnolù

Nascoste tra le verdi colline dell'Ogliastra, nota come la "terra dei centenari", si trovano le Tenute Donnolù, piccola azienda vinicola a conduzione familiare situata nel pittoresco borgo di Tertenia. È proprio in questa rigogliosa regione della Sardegna orientale, che si affaccia sul mare, che il Cannonau, vitigno principe dell'isola, trova il suo habitat ideale.

La passione per la vigna e l'arte della vinificazione, tramandata di padre in figlio da tre generazioni, ha portato la famiglia Donnolù a produrre vini di altissima qualità, ottenuti esclusivamente dalle proprie vigne, coltivate e vendemmiate a mano secondo metodi antichi.

Nel 2010, incastonato tra i vigneti, ha aperto le sue porte l'Agriturismo Donnolù, dove assaporare i piatti tipici della cucina locale, preparati con ingredienti genuini e di stagione, in abbinamento ai raffinati vini prodotti dall'azienda.

Ed è proprio dal desiderio di creare un vino capace di racchiudere tutta l'anima e la storia di questa terra che, nel 2022, è nato "Bisus", parola sarda che significa "Sogni". Un vino importante per questa piccola realtà familiare, che rappresenta il frutto del loro amore per la vigna e l'impegno nel portare avanti una tradizione centenaria.

Anno di fondazione

2022

Superficie vitata

5 ettari

Bottiglie prodotte

Fino a 2000

Vitigni principali

Cannonau

Mappa Sardegna
Logo cantina Tenute Donnolù

Tenute Donnolù

INFORMAZIONI CANTINA

  • Dove siamo: Tertenia
  • Vini inseriti: 1
  • Vitigni coltivati: Cannonau

Galleria Fotografica

I VINI DELLA CANTINA TENUTE DONNOLÙ

Filtra per denominazione
Filtra per vitigno

Bisus – Tenute Donnolù

Il Bisus Cannonau di Sardegna DOC è l'espressione dei sogni (Bisus in ogliastrino significa sogni) delle Tenute Donnolù, piccola realtà vinicola familiare nel cuore dell'Ogliastra, a Tertenia. Questo intenso rosso rubino dai riflessi granati è ottenuto da uve Cannonau 100% coltivate con passione a un'altitudine di 120m, con una resa di 40-60 quintali per ettaro. Le viti ad alberello e a spalliera, che regalano grappoli maturi e concentrati, vendemmiati rigorosamente a mano tra fine settembre e metà ottobre, sono curate con dedizione di generazione in generazione. Dopo la fermentazione in acciaio a temperatura controllata e l'affinamento di 8-10 giorni sulle bucce, questo vino corposo dai tannini morbidi e la mineralità sapida viene ulteriormente perfezionato con un passaggio in bottiglia. I suoi intensi profumi di frutti rossi e spezie lasciano spazio ad un sorso pieno e avvolgente. La sua eccezionale persistenza aromatica lo rende l'abbinamento ideale per arrosti, brasati e grigliate di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. Si consiglia di servire a 18°C.