Visualizzazione di 18 risultati

Filtra per denominazione
Filtra per vitigno

Ispàntu – Trè Biddas

Ispàntu è un vino rosso prodotto dalla giovane cantina Trè Biddas di Sorgono. Ispàntu, come la meraviglia, l'incanto, la delizia di questo vino rosso, prodotto in piccole quantità, frutta di una rigorosa vendemmia manuale e selezione scrupolosa dei migliori prodotti offerti dalla nostra terra. Dal gusto intenso, morbido e armonioso, di colore rosso rubino, è un vino di grande struttura ed equilibrio che nasce dalla fermentazione in silos d'acciaio a temperatura controllata. Gradazione alcolica 14.5% Vol.

Dillu – Cantina Nuorese

Dillu è un vino rosso a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto dalle varietà a bacca rossa che esprimono in Sardegna la massima espressione enologica. E' il migliore amico della convivialità e delle relazioni anche in quelle dove prestigio e formalità sono irrinunciabili.

Tribale – Cantina Mario Barracciu

In principio era terra acqua aria e luce. Il vino rosso Tribale è formato da un uvaggio di 2 tipi d’uva… Il Cannonau e il Bovale… e qui mi sembra doveroso fare una presentazione delle due uve, sia del noto Cannonau che dell’ombroso e meno conosciuto Bovale: Il Cannonau: è un vitigno autoctono a bacca rossa parecchio diffuso in Sardegna il suo grappolo medio grande, non eccessivamente compatto, conico o cilindrico-conico, con una o due ali pronunciate ha un acino medio, rotondo o leggermente ovoide, con buccia spessa ma non consistente, di colore nero-violaceo, molto pruinosa, con una polpa succosa di sapore quasi neutro. Produce un vino con sostenuto tenore alcolico di colore rosso rubino chiaro , sapore asciutto e lieve sentore di mandorla amara (caratteristica generale). Il Bovale Sardo: è un vitigno autoctono (Sardo ) a bacca rossa. Questa qualità di uva si contraddistingue per la composizione minuta del grappolo e per l'elevato tenore zuccherino. Il bovale sardo ha inoltre una elevata concentrazione di pigmenti coloranti, i flavoni, che ultimamente sono stati riconosciuti come grandi fonti di sostanze antiossidanti. Vinificato correttamente produce un vino con tenore alcolico abbastanza alto. Affascinante serio e complesso non risulta essere un vino molto facile da capire (parere personale). Vendemmia e Vinificazione del Tribale: La vendemmia viene effettuata nella prima decade di ottobre, naturalmente “non a caso” ma seguendo una serie di analisi chiamate “curve di maturazione”. La raccolta viene fatta a mano e il trasporto in cassette di pvc, successivamente l’uva viene “pigia-diraspata” e insilata in vinificatori di acciaio dove ha inizio la fermentazione tumultuosa o Alcolica. I miei vinificatori, sono provvisti di motori con tubo rimontatore auto controllato e nel corso della fermentazione il mosto liquido viene mescolato, in tempi prestabiliti, alla massa solida (rimontaggi) in modo tale da estrarre dalle bucce tutte quelle preziose sostanze che andranno a comporre la personalità del vino. Al termine della fermentazione tumultuosa il mosto fiore viene separato dalla massa solida, che verrà torchiata successivamente. I due liquidi, mosto fiore e mosto torchiato, vengono in un primo tempo tenuti separati e successivamente mescolati sotto un’attenta analisi chimica e sensoriale. Alla fine della prima fermentazione ha inizio la fermentazione malo-lattica o fermentazione lenta, qui la durezza del vino carico di acido malico viene attenuata dalla sua trasformazione in acido lattico che rende il composto più piacevole alla beva contribuendo con altre sostanze a far percepire al palato quella sensazione chiamata “rotondità e volume”. A questo punto il Tribale viene messo in botti di rovere di Allier da 300 litri (non barriques) dove affinerà per 8-9 mesi. Una volta raggiunto il risultato in botte, previa analisi, il vino viene imbottigliato e tappato con tappi di sughero monopezzo di prima e seconda qualità, da qui altri 5 mesi di “affinamento in bottiglia” prima di essere messo in commercio. Caratteristiche organolettiche del Tribale: La bottiglia và stappata una mezzora prima del consumo in modo da far sfogare i sentori delle trasformazioni avvenute in affinamento la temperatura di servizio e di 18 20 °G. Se a qualcuno viene in mente di metterlo in frigo lo denuncio!!! Il vino andrà versato in un bicchiere con una superficie ampia o un decanter in modo da poterlo ossigenare a dovere. Bouquet: In un primo momento i recettori del naso verranno aggrediti dalla potenza alcolica del vino mentre una volta ossigenato l’alcol farà solo da vettore a quelli che sono i sentori e profumi di spezie (pepe nero) tabacco e frutta secca. Gusto: Al palato si presenta abbastanza deciso e persistente, i tannini si fanno sentire ma vengono contrastati da una sensazione di dolcezza quasi da farlo apparire un vino grasso abbastanza vellutato. Il vino non è filtrato o eccessivamente stabilizzato, può quindi nel tempo formare dei depositi chiamati cristalli di tartrato completamente inodore insapore che non nuociono alla salute!!!!

Kantharu – Cantina Fulghesu Le Vigne

Kantharu è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata Mandrolisai ottenuto da uvaggio di Cannonau, Muristellu e Monica. Vino di colore rosso rubino dal profumo vinoso, fruttato, intenso ed equilibrato. Sapore pieno, vellutato e persistente in un'elegante armonia d'insieme, si percepiscono note fruttate che lo rendono estremamente piacevole al palato. Ideale con carni rosse e formaggio di tutti i tipi.

Antiogu – Cantina Fradiles Vitivinicola

Antiogu è un vino a Denominazione di Origine Controllata. Vigneti di oltre 50 anni situati nel cuore del Mandrolisai a circa 500 metri s.l.m. Terreno derivante da disfacimento granitico, a medio impasto tendente al sabbioso, lavorato tutto l’anno con tecniche tradizionali. Viti allevate ad alberello basso con potatura corta. Dopo l’allegagione si eliminano i germogli eccedenti e prima dell’invaiatura si fa un diradamento dei grappoli. Produzione media 40/45 quintali per ettaro. Uvaggio composto da: “Muristellu” (Bovale Sardo) 50%, Cannonau 30%, Monica 20%. Antiogu è un vino Mandrolisai dal colore rosso rubino con leggeri riflessi granati, elevato in barili di rovere. E’ un vino di carattere, di particolare finezza, con sentori di vaniglia e spezie, che non coprono la nota di frutti di bosco. Si abbina ai piatti della grande cucina di terra, ai formaggi stagionati. Si consiglia servire a temperatura di cantina e far decantare per un ottimale degustazione. Produzione limitata 5000 bottiglie.

Fradiles – Cantina Fradiles Vitivinicola

Fradiles è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata Mandrolisai. Le vigne sono situate nel cuore del Mandrolisai, in collina a circa 500 metri s.l.m. Viti allevate ad alberello e a spalliera, varietà “Muristellu” (Bovale Sardo) 40%, Cannonau 30%, Monica 30%. Produzione media ad ettaro sotto i 70 quintali. E’ un vino dal colore rosso rubino, con un bouquet lungo con sentori di frutti di bosco e macchia mediterranea. Si accompagna ai piatti della grande cucina di terra, ai formaggi stagionati e alla cacciagione, servire a temperatura di cantina.

Istentu – Cantina Fradiles Vitivinicola

Istentu è un vino rosso fermo a Denominazione di Origine Controllata, Mandrolisai, ottenuto da uve Bovale Sardo (Muristellu), Cannonau, Monica e altre autoctone in piccola percentuale. Vino di colore rosso rubino con riflessi granati. Al naso si percepiscono note di vaniglia e spezie, un bouquet che esprime grande eleganza e spiccata finezza. Vino caldo e pieno, di carattere, dal tannino morbido con un finale lungo e persistente. A tavola si sposa con i grandi piatti della cucina ti terra, salumi e formaggi stagionati. Servire alla temperatura di 16-18 °C.

Azzàra – Cantina Fradiles Vitivinicola

Azzàra è un vino rosso fermo a Denominazione di Origine, Mandrolisai, ottenuto da uve Bovale Sardo (Muristellu), Cannonau, Monica e in piccola parte da altre uve autoctone. Vino dal colore porpora, dal bouquet lungo con sentori di frutti rossi, macchia mediterranea, leggermente pepato. In bocca è morbido ed equilibrato. A tavola si sposa alla cucina di terra, cacciagione e formaggi semistagionati. Servire alla temperatura di 16-18 °C.

Roseu – Cantina Demuru

Roseu è un vino rosato a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Bovale Sardo, Cannonau e Monica. Vino di colore rosa petunia con schegge di un rosa topazio carico. Identificabili immediatamente i sentori di roselline fresche e una delicata fragranza di caramella. Al gusto, un sorso piacevole si distende al palato in una compostezza adeguata di tutte le componenti. 
E' un vino a tutto pasto ed un elegante compagno per un aperitivo.

Trese – Cantina Demuru

Trese è un vino rosso a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Bovale Sardo, Cannonau e Monica. Vino dal colore rubino con riflessi violacei. Da subito all’olfatto, un fruttato maturo di pesca rossa, prugna e a seguire, sbuffi di uva sotto spirito in uno sfondo di spezia dolce . Un sorso pieno in cui le morbidezze e le componenti caloriche sostengono un tannino importante. Un finale di bocca che s’ attarda in un fruttato piacevolmente lungo.

100 Kent’Annos – Mandrolisai DOC – Superiore – Cantina del Mandrolisai

100 Kent’Annos è un vino Mandrolisai DOC Superiore proveniente dai vigneti di media e alta collina delle Terre del Mandrolisai, regione storica dalla Sardegna centrale, prodotto come da disciplinare un uvaggio di Cannonau Muristellu (Bovale Sardo) e Monica. Le uve del Mandrolisai Superiore della Cantina del Mandrolisai nascono su terreno di particolare costituzione a disfacimento granitico. Una volta raggiunto il perfetto grado di maturazione si procede con la vendemmia, svolta in maniera tradizionale, solitamente verso la prima decade di ottobre. Il vino invecchia in botti di rovere per 24 mesi per poi riposare in bottiglia in cantina per l'affinamento. Si presenta alla vista di un bel rosso rubino intenso dai riflessi granata. Il bouquet è ricco e complesso, al naso si percepiscono sfumature speziate. In bocca è un vino seccopieno e di notevole persistenza. A tavola e un compagno ideale per arrosticacciagione, selvaggina, formaggi mediamente e stagionati. Si consiglia di servire il vino in un calice largo alla temperatura di 18-20 °C.

Rosato – 100 Kent’Annos – Mandrolisai DOC – Cantina del Mandrolisai

Il Rosato Mandrolisai Doc della linea 100 Kent’Annos è un vino ottenuto da CannonauMuristellu (Bovale Sardo) e Monica provenienti dai vigneti di media e alta collina del Mandrolisai, su terreno di particolare costituzione a disfacimento granitico. La fermentazione del Rosato Mandrolisai Doc avviene a contatto con le bucce per un breve periodo. Matura in contenitori di acciaio inox a bassa temperatura. Vino di colore rosato, dal profumo mediamente intenso e fruttato e dal gusto secco, liscio e fresco. Ottimo come aperitivo, a tavola accompagna piatti di mare, risotti, carni e formaggi. Si consiglia di servire alla temperatura di 10-12 °C.

Kent’Annos – Cantina del Mandrolisai

Mandrolisai Superiore è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata - Mandrolisai, ottenuto da uve Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica. Vino di colore rosso rubino intenso, riflessi granato. Dal profumo ricco, complesso, sensazioni speziate. Al palato si presenta secco, pieno, generoso, notevole persistenza gustativa. Accompagna arrosti, cacciagione, formaggio pecorino sardo Maturo. Calice con imboccatura larga e media altezza, temperatura 18-20 °C, ossigenazione in caraffa 1 ora prima del servizio.

Vecchie Viti – Cantina del Mandrolisai

Vecchie Viti è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata  Mandrolisai Superiore, ottenuto da uve Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica. Vino dal colore rosso rubino intenso, dal profumo intenso, fruttato, con note di spezia e macchia mediterranea. Al palato si presenta secco, sapido, caldo, pieno, giustamente tannico, bilanciato e ben strutturato. Accompagna antipasti di terra, primi piatti strutturati, cacciagione, carni rosse, salumi e formaggi stagionati. Servire in calice con imboccatura larga e buona altezza, alla temperatura di 18-20 °C, aprendolo un'ora prima del servizio.

Mandrolisai Superiore – Cantina del Mandrolisai

Mandrolisai Superiore è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata - Mandrolisai, ottenuto da uve Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica. Vino di colore rosso rubino tendente al granato. Dal profumo intenso, rotondo, fruttato. Al palato si presenta secco, caldo, pieno, giustamente tannico, bilanciato e ben strutturato. Accompagna antipasti di terra, primi piatti strutturati, cacciagione, carni rosse, salumi, formaggio Pecorino sardo DOP maturo. Calice con imboccatura larga e media altezza, temperatura 18-20 °C, apertura 1 ora prima del servizio.

Mandrolisai Rosso – Cantina del Mandrolisai

Mandrolisai Rosso è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata - Mandrolisai, ottenuto da uve Cannonau, Muristeddu (Bovale Sardo) e Monica. Vino di colore rosso rubino tendente al granato. Dal profumo intenso, rotondo, fruttato. Al palato si presenta secco, caldo, pieno e ben strutturato. Accompagna carni rosse, cacciagione, carne arrosto, Pecorino sardo maturo. Servire in calice con imboccatura larga e buona altezza, temperatura 18-20 °C, apertura 1 ora prima del servizio.

Thàlei – Bingiateris

Thàlei è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata, Mandrolisai, ottenuto da uve Bovale, Cannonau, Monica e altre biodiversità viticole locali. Vino di colore rosso rubino intenso, tendente al granato con l’invecchiamento, dal profumo intenso, fresco e fruttato. Al palato si presenta sapido, pieno e giustamente tannico, di buona struttura. Si abbina perfettamente ad arrosti, cacciagione e formaggi dal gusto forte e piccante. Servire alla temperatura di 18 °C. Thàlei riporta in etichetta il particolare di un tappeto sardo disegnato da Eugenio Tavolara. Un omaggio ad un grande maestro, padre illustre dell’artigianato artistico e del design sardo contemporaneo, che Bingiateris ha voluto onorare con questa etichetta.

Lollóre – Bingiateris

Lollóre è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata, Mandrolisai, ottenuto da uve Bovale, Cannonau, Monica e altre biodiversità viticole locali. Vino di colore rosso rubino brillante e profondo, dal profumo intenso e persistente, etereo, vinoso, con sentori di frutti di bosco. In bocca è caldo ed avvolgente, di buon corpo, giustamente tannico. Ideale per arrosti, cacciagione e formaggi dal gusto forte e piccante. Servire alla temperatura di 18-20 °C. Lollore riporta in etichetta il particolare di un tappeto sardo disegnato da Eugenio Tavolara. Un omaggio ad un grande maestro, padre illustre dell’artigianato artistico e del design sardo contemporaneo, che Bingiateris ha voluto onorare con questa etichetta.