Dorgali

Cantina Dorgali

Nel lontano 1953, nella costa orientale della Sardegnaun gruppo di agricoltori dorgalesi fonda Cantina Dorgali. Grazie ad una costante crescita, è da oltre mezzo secolo una delle realtà più importanti del mondo vitivinicolo sardo. Oggi Cantina Dorgali affronta una nuova sfida: la realizzazione di un nuovo progetto che riqualifichi le produzioni passando per la valorizzazione della cultura, della storia e delle tradizioni del territorio. Protagonista assoluto è il Cannonau, vitigno principe della vitivinicoltura regionale che in questa area, per le sue peculiarità pedoclimatiche riesce ad esprimere caratteri variatali finora poco conosciuti e non ancora completamente valorizzati.

I cambiamenti migliorativi iniziano dalla vigna, attraverso una diversa cultura e coltura delle produzioni, puntando sulle basse rese per ceppo e programmando tutte le lavorazioni fino alla vendemmia. In cantina poi, le tecnologie non sono sofisticate, ma adeguate all'esigenza di esaltare le caratteristiche varietali del cannonau e degli altri vitigni autoctoni presenti nel territorio. Grazie a questa nuova filosofia il territorio si riappropria della sue vera identità, ritenuta la base per la crescita e la valorizzazione di tutti i vini prodotti.

Anno di fondazione

1953

Superficie vitata

650 ettari

Bottiglie prodotte

-

Vitigni principali

Cannonau - Vermentino

Mappa Sardegna
Logo Cantina Sociale di Dorgali

Cantina Dorgali

INFORMAZIONI CANTINA

  • Dove siamo: Dorgali
  • Vini inseriti: 23
  • Vitigni coltivati: Cannonau, Vermentino, Syrah, Merlot e Cabernet Sauvignon
  • Canali di distribuzione in Italia : E-Commerce - Vendita diretta - Rappresentanti - Horeca - GDO
  • Percentuale export: 6%
  • Lingue parlate in azienda: Italiano - Inglese

I VINI DELLA CANTINA DORGALI

Filtra per denominazione

Calaluna – Cantina Dorgali

Calaluna è un vino bianco a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Cannonau e Vermentino. Ottenuto dalla vinificazione in bianco di uve cannonau rosse in uvaggio con uve banche autoctone. Vino di colore verdolino con riflessi paglierini, profumo etereo e delicato. Sapore secco, pieno ed armonico. Buon vino da tavola, ottimo come aperitivo, trova la sua esaltazione con il pesce, crostacei, antipasti leggeri e minestre. Servire fresco a 8-10 °C.

Fùili – Cantina Dorgali

Fùili è un vino rosso a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Cannonau, Merlot, Syrah e Cabernet. Vino dal carattere marcato, capace di invecchiare a lungo, ed affinato in piccole botti francesi che meglio definiscono il suo profilo austero e morbido. Colore rosso rubino intenso, con unghia violacea. Dal profumo intenso, ben si accompagna ai primi piatti dai condimenti saporosi e zuppe di legumi, carni rosse grigliate e brasate, formaggi di media-lunga stagionatura. Servire a 18 °C stappando 20-30 minuti prima della mescita.

Bardia – Cantina Dorgali

Bardia è il vino rosso senza solfiti aggiunti della Cantina di Dorgali, di pronta beva, fresco, un vino che ricorda la campagna e i suoi profumi. Le uve a bacca rossa autoctone della Sardegna provengono dai vigneti di Isalle, località del territorio di Dorgali, a 150 metri dal livello del mare. Vengono coltivate a cordone speronato ed hanno una densità di 4500 ceppi per ettaro ed una resa di 60 quintali. Il vino si presenta di colore rosso rubino intenso e vivace, caratteristico e attraente. Netta e spiccata la potenza olfattiva, con intenso profumo aromatico di frutta a buccia rossa, ribes e lamponi. Leggermente tannico, di ottimo corpo sapido, lungo e vellutato. Consigliamo di degustarlo alla temperatura di 14-15 °C. stappando la bottiglia al momento del consumo. A tavola si sposta con formaggi a pasta molle, di media stagionatura, antipasti di salumi. Ottimo anche l’abbinamento con il pescato, preparazioni al vapore di pesci come rombosgombrooratacrostacei alla brace, il tonno scottato e il pescespada in salsa.

Norìolo – Cantina Dorgali

Noriolo è un vino rosso a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Cannonau e Cabernet. Ottenuto da una collezione di varietà autoctone, il Norìolo è generoso come la sua gente e austero come la sua terra. Di colore rosso rubino intenso con lievi riflessi violacei ed un bouquet ampio ed avvolgente. Asciutto, morbido, piacevole e con leggera percezione tannica, si accompagna ai piatti a base di carni grigliate e brasate e formaggi di media stagionatura. Servire a 14-16 °C, stappando la bottiglia 30 minuti prima della mescita.

Santa Caterina – Cantina Dorgali

Santa Caterina è un vino rosso novello a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto dalle uve pregiate delle colline di Dorgali. Dopo una accurata scelta ed una vinificazione con la macerazione carbonica, danno vita a questo vino che conserva integro il profumo ed inalterata la fragranza.

Tunila – Cantina Dorgali

Tunila è un vino rosso a Indicazione Geografica Tipica - Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve Cannonau e da altri vitigni autoctoni. Ottenuto da uve Cannonau, si presenta con un colore rosso rubino ed un profumo intenso ed abbastanza persistente. Asciutto, sapido e morbido, si abbina molto bene agli antipasti di salumi, primi piatti anche saporosi e formaggi di media stagionatura. Servire a 12-14 °C, stappando la bottiglia al momento della mescita.

Hortos – Cantina Dorgali

Hortos è un vino a Indicazione Geografica Tipica, Isola dei Nuraghi, ottenuto da uve autoctone e Syrah. Vino di colore rubino intenso, con unghia violacea; molto limpido. Dal profumo intenso e fitto; fresco e fragrante; si avvertono gradevoli note di frutto rosso maturo, di confettura, e di spezie. Al palato si presenta asciutto, di grande corpo e spessore; tannicità equilibrata ed in perfetta armonia con fresca acidità; anche al palato riemergono le note fruttate e di confettura, con lievi sfumature vegetali; finale molto persistente e pulito. Accompagna molti piatti della cucina regionale; primi dai condimenti saporosi, carni grigliate e arrosto, formaggi stagionati. Servire a 16 – 18 °C, stappando la bottiglia almeno 30 minuti prima della mescita.