Visualizzazione di 7 risultati

Filtra per denominazione
Filtra per vitigno

Olosìa – Meana Terra del Mandrolisai

Olosìa è un vino rosso intenso e avvolgente che racchiude l'essenza più pura del Bovale Sardo, noto come Muristellu, vitigno principe del Mandrolisai. Questo prezioso nettare dai riflessi rubino e porpora nasce dai "vigneti eroici" di Meana Sardo, allevati ad alberello sulle ripide colline a 700 metri di altitudine.

Frutto di un'antica tradizione enologica rispettosa del territorio e della natura, Olosìa è il risultato di un processo di vinificazione artigianale. Le uve vengono raccolte a mano nell'ottobre sardo e selezionate con cura. La fermentazione avviene tra 25°C e 28°C con lunga macerazione sulle bucce e frequenti rimontaggi per estrarre i preziosi polifenoli. L'abile délestage conferisce ulteriore struttura e complessità.

Ma ciò che rende Olosìa davvero unico è il suo invecchiamento in tonneaux di rovere, che dona al vino una straordinaria ricchezza di estratto e complessità polifenolica. Dopo un minimo affinamento di 6 mesi in bottiglia, il vino viene messo in commercio.

Un bouquet fragrante e raffinato di piccoli frutti rossi e macchia mediterranea apre le danze per un'esplosione avvolgente di corpo e struttura al palato, con una trama tannica equilibrata che si prolunga in un finale lungo e delicato.

Compagno ideale per esaltare i sapori autentici della cucina sarda e mediterranea, come primi ben conditi, carni arrosto e formaggi stagionati, Olosìa va servito alla temperatura di 18°C per apprezzarne appieno l'eleganza.

Genìa – Meana Terra del Mandrolisai

Genìa è l'incarnazione stessa dell'anima enologica della Sardegna, un vino rosso che racchiude tutta l'autenticità del territorio del Mandrolisai. Prodotto dalla Cantina Meana Terra del Mandrolisai secondo una filosofia tradizionalista e rispettosa della natura, questo Mandrolisai Rosso DOC nasce dall'unione di uve Bovale Sardo, Cannonau, Monica e antichi vitigni a bacca nera autoctoni.

Le pregiate uve provengono da vigneti eroici di 80-90 anni, allevati ad alberello sulle colline scistose a 700 metri di altitudine. Una raccolta manuale nell'ottobre sardo seleziona i grappoli migliori per una vinificazione interamente biologica e naturale, con fermentazione spontanea a temperatura controllata, lunga macerazione e délestage. Vino non filtrato, Genìa può presentare un lieve deposito a testimonianza della sua genuinità.

Un intenso rosso rubino accoglie lo sguardo, mentre al naso un ampio bouquet di deliziosi frutti rossi avvolge i sensi. Al palato, Genìa si rivela morbido e avvolgente, con una trama tannica fine ed elegante che si prolunga in un finale armonioso e persistente.

Compagno ideale per piatti corposi come carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati, Genìa è l'espressione più autentica dei vigneti eroici del Mandrolisai, da gustare alla temperatura di 18°C per apprezzarne appieno la complessità.

Parèda Rosato – Meana Terra del Mandrolisai

Parèda Mandrolisai DOC Rosato è un'autentica espressione dei vitigni autoctoni della Sardegna, un vino rosato di alta qualità che racchiude l'eccellenza della denominazione Mandrolisai. Ottenuto da un blend di uve Bovale Sardo, Cannonau e Monica, provenienti da vigneti eroici situati tra i 600 e i 700 metri di altitudine, Parèda incarna l'anima del territorio.

Le antiche viti ad alberello, di 50-80 anni, sono coltivate su terreni scistosi con basse rese per pianta, conferendo intensità e complessità al vino. La raccolta manuale seleziona solo i grappoli migliori, sottoposti a una macerazione pellicolare di 56 ore e a una fermentazione a temperatura controllata per preservare i profumi fruttati.

Parèda seduce con un colore rosa brillante e un bouquet intenso e persistente di ciliegie e lamponi. Al palato, si apre in un'esplosione di freschezza ed equilibrio, combinando delicatamente sapidità, corposità e vivacità.

Perfetto in abbinamento a ostriche, salumi, pasta con sughi di pesce, carni bianche e pesce alla griglia, Parèda Mandrolisai DOC Rosato è l'espressione fragrante dei vigneti eroici sardi, un'esperienza sensoriale unica da gustare a 12-14°C.

Mandrolisai DOC – La Dolce Vigna

Questo vino rosso Mandrolisai DOC prodotto da La Dolce Vigna è l'espressione del terroir di Atzara, ottenuto da uve Muristeddu, Cannonau e Monica con altri vitigni locali. Le vigne ad alberello, situate a 550m in un terreno tendente al sabbioso, vengono raccolte a mano in ottobre. Dopo la fermentazione spontanea, il vino matura 8 mesi in botte e 8-10 mesi in bottiglia. Il Mandrolisai DOC de La Dolce Vigna si distingue per l'intenso colore rosso rubino con riflessi violacei. Al naso esprime un bouquet persistente di frutta rossa matura. In bocca risulta vino corposo, caldo e avvolgente grazie anche alla sapida mineralità donata dal Bovale Sardo. A tavola perfetto con carni rosse, formaggi e salumi tipici, si consiglia di servire a 18-20 °C.

Bovale – Tenute Faragò

Il vino Bovale Isola dei Nuraghi IGT delle Tenute Faragò è un'eccellente espressione del vitigno autoctono sardo Bovale Sardo al 100%. Questo vitigno, recentemente rivalutato e apprezzato per le sue caratteristiche uniche, viene coltivato principalmente nel centro-sud dell'isola, in vigneti che si estendono su terreni prevalentemente sabbiosi per un totale di 1 ettaro. La tecnica di allevamento utilizzata, il Guyot, contribuisce a garantire la massima qualità delle uve raccolte a mano in cassette. Dopo una delicata pigiatura, il mosto subisce una macerazione pre-fermentativa a freddo seguita da una fermentazione di circa 10 giorni a 25 °C in vasche di acciaio, con regolari rimontaggi per favorire l'estrazione delle sostanze nobili dalla buccia. Il vino viene poi affinato in vasche di acciaio inox per circa 7 mesi, prima di essere imbottigliato giovane per esaltare al meglio i suoi profumi e la struttura tipica del vitigno. Di colore rosso rubino intenso con leggeri riflessi violacei, il Bovale Isola dei Nuraghi IGT offre un naso intenso e complesso con note di frutta rossa e di macchia mediterranea. In bocca è secco, pieno, caldo e persistente, ideale per accompagnare antipasti di terra, taglieri di salumi e formaggi stagionati, carni rosse e cacciagione. Per apprezzarlo al meglio, si consiglia di servirlo ad una temperatura compresa tra 16 e 18 gradi.

Parèda BIO – Meana Terra del Mandrolisai

Dalle colline scistose del cuore della Sardegna, nasce Parèda IGT Biologico, un vino rosso autentico che racchiude l'essenza dei vitigni autoctoni della regione del Mandrolisai. Prodotto dalla Cantina Meana Terra del Mandrolisai seguendo rigorose pratiche di agricoltura biologica, questo nettare è l'espressione pura del territorio di Meana Sardo.

Le antiche vigne di 30-50 anni e oltre, coltivate ad alberello o a controspalliera, regalano uve di estrema qualità. Una raccolta manuale seleziona solo i grappoli migliori, dando vita a una vinificazione curata nei minimi dettagli, con macerazione di 12-14 giorni a temperatura controllata tra 26°C e 28°C. Un breve affinamento in barriques di rovere e 4 mesi di riposo in bottiglia conferiscono a Parèda la sua straordinaria complessità.

Al calice, Parèda IGT Biologico si rivela in un intenso rosso rubino con riflessi granati. Un bouquet avvolgente di frutta rossa, marasca e prugna cattura i sensi. Al palato, è un'esplosione di sapidità e corpo rotondo, con una piacevole persistenza olfattiva che perdura a lungo nel ricordo.

Parèda IGT Biologico è il compagno perfetto per formaggi stagionati e piatti semplici e delicati. Un'esperienza enologica autentica da gustare alla temperatura ideale di 18°C, per lasciarsi sedurre dall'eccellenza dei vigneti eroici di Meana Sardo.

Parèda DOC – Meana Terra del Mandrolisai

Parèda Mandrolisai DOC è un vino rosso d'eccellenza che racchiude l'essenza più autentica dei vitigni autoctoni del Mandrolisai, in Sardegna. Prodotto dalla Cantina Meana Terra del Mandrolisai, questo nettare pregiato seduce con l'assemblaggio di Bovale Sardo, Cannonau, Monica e una piccola percentuale di antichi vitigni a bacca rossa della zona.

Le uve provengono da vigneti eroici situati tra i 600 e i 700 metri di altitudine, dove le antiche viti ad alberello di 70-80 anni crescono su terreni scistosi con rese contenute, conferendo al vino intensità e carattere. Una raccolta manuale rigorosa seleziona solo i grappoli migliori.

La vinificazione è un percorso di artigianalità, con fermentazione a temperatura controllata tra 28°C e 32°C, una lunga macerazione di 16-18 giorni e l'abile utilizzo della tecnica del délestage. L'invecchiamento in tonneaux di rovere francese e l'affinamento di almeno 6 mesi in bottiglia aggiungono complessità a questo capolavoro enologico.

Parèda Mandrolisai DOC si rivela in un intenso rosso rubino con riflessi granata. Un bouquet ampio e persistente di frutta matura, vaniglia e cannella apre le danze per un'esplosione di struttura, armonia ed equilibrio al palato, con una piacevole persistenza gustativa e olfattiva.

Un vino nobile da abbinare a piatti corposi e formaggi stagionati, da servire alla temperatura ideale di 18°C per esaltarne l'eleganza e la profondità dei profumi e dei sapori.