Visualizzazione di 2 risultati

Filtra per denominazione

Arbè – Liquore di Mirto Bianco da Bacche di Sardegna – Istintosardo

Arbè è un Liquore di Mirto Bianco da Bacche di Sardegna prodotto artigianalmente dal Liquorificio Istintosardo di Tortolì in Sardegna. Un nettare unico e prezioso, frutto dell'incontro tra la saggezza liquoristica locale e l'eccezionalità delle bacche di mirto bianco autoctone dell'isola.

Questo elixir dai riflessi dorati viene creato attraverso un sapiente processo di infusione in cui le rarissime bacche di mirto bianco (Myrtus communis L. var. leucocarpa), dai candidi frutti maturi, vengono lasciate in ammollo in una miscela di alcool, zucchero e acqua. Il risultato è un liquore che si distingue per la sua complessità aromatica, un caleidoscopio di profumi agrumati e floreali che evocano la fragranza inebriante della macchia mediterranea in fiore.

Al palato, Arbè avvolge il palato con la sua morbidezza vellutata, regalando deliziose sfumature balsamiche che lasciano una gradevole eco di freschezza sul finale. Un'esperienza sensoriale che trascende la semplice degustazione, trasportando chi lo assaggia in un viaggio nella Sardegna più autentica.

Versatile e raffinato, questo nettare ambrato può essere apprezzato come digestivo dopo un pasto oppure utilizzato per creare cocktail di grande carattere ed eleganza. In ogni caso, la sua eccezionalità risiede nella cura artigianale con cui viene prodotto, secondo la tradizione del Liquorificio Istintosardo, senza l'aggiunta di aromi o coloranti artificiali, per preservarne tutta la purezza e l'autenticità.

Ruju – Liquore di Mirto di Sardegna – Istintosardo

Ruju è un prezioso liquore di mirto prodotto in Sardegna, nella suggestiva regione dell'Ogliastra dal liquorificio artigianale ISTINTOSARDO di Tortolì.

La sua ricetta tradizionale prevede l'utilizzo di semplici ingredienti: acqua, zucchero, alcool e le pregiate bacche di mirto raccolte in questo angolo incontaminato dell'isola.

L'assenza di aromi e coloranti artificiali esalta la naturale evoluzione del liquore. Nei primi mesi, il caratteristico riflesso violaceo delle bacche si tramuta lentamente in un intenso rosso rubino, da cui deriva il nome evocativo "Ruju".

Parallelamente, il gusto subisce una vera e propria maturazione: la freschezza lievemente astringente tipica della giovinezza lascia il posto a un bouquet avvolgente e complesso, con una morbidezza al palato da meditazione.

Ruju può essere servito in tre modalità per esperienze di degustazione differenti: ghiacciato per gli amanti della tradizione, freddo per cogliere appieno le sue sfumature aromatiche, oppure a temperatura ambiente per un'esperienza sensoriale totale e appagante.